Marco Giovannelli (presidente Anso): «Un importante successo per i nostri giornali»

Bonus pubblicità esteso alle testate on line

Marco Giovannelli

Marco Giovannelli, presidente Anso

ROMA – Testate on line inserite a pieno titolo nel decreto legge del Consiglio dei ministri a sostegno dell’editoria, che riconosce un credito d’imposta al 75% per le imprese e i lavoratori autonomi che investono in campagne pubblicitarie su quotidiani e periodici, emittenti televisive e radio locali. Agevolazione che arriva al 90% se a investire sono piccole e medie imprese, microimprese e start-up innovative. A sollecitare l’inserimento delle testate on line nel provvedimento è stata l’Anso, Associazione Nazionale Stampa Online, presieduta da Marco Giovannelli, che in merito alla questione ha incontrato il ministro Luca Lotti, il quale è stato sollecitato telefonicamente anche dal direttore

leggi...
Dal Consiglio dei ministri incentivi per la pubblicità, ma non contro il precariato

Editoria, neppure 1 euro per l’occupazione

Raffaele Lorusso

Raffaele Lorusso, segretario generale Fnsi

ROMA – L’introduzione di incentivi fiscali per gli investimenti pubblicitari nei mezzi di informazione, approvata dal Consiglio dei ministri, è una misura che va nella direzione del sostegno alle imprese editoriali e al ruolo della stampa libera e autorevole nel sistema democratico.
Con questo provvedimento, che giunge dopo lo stanziamento di ulteriori 45 milioni per favorire i processi di ristrutturazione aziendali attraverso i pensionamenti anticipati, il Governo mantiene uno degli impegni assunti nei confronti del settore.
In tutta la partita che ha accompagnato la legge di riforma dell’editoria promossa dal ministro Luca Lotti continuano, però, a

leggi...
L’accordo che porta il Giornale di Sicilia sotto il controllo della Gazzetta del Sud

La svolta per salvare i quotidiani in Sicilia

Da sinistra: Giuseppe Vicari, Rosy Ardizzone, Lino Morgante, Antonio Ardizzone, Federico Ardizzone e Giada Ardizzone

Da sinistra: Giuseppe Vicari, Rosy Ardizzone, Lino Morgante, Antonio Ardizzone, Federico Ardizzone e Giada Ardizzone

PALERMO – Come anticipato stanotte, alle 0.22, da Giornalistitalia.it, dopo 157 anni lo storico quotidiano palermitano Giornale di Sicilia non sarà più proprietà esclusiva della famiglia Ardizzone, ma sarà controllato dal

leggi...
In organico 1.956 dipendenti compresi i contratti a termine (-1,9% rispetto al 2016)

Gedi: +7,4 milioni di euro nel primo semestre

GediROMA –  Il Consiglio di Amministrazione di Gedi Gruppo Editoriale spa, riunito a Roma sotto la presidenza di Marco De Benedetti, ha approvato i risultati consolidati al 30 giugno 2017 presentati dall’amministratore delegato Monica Mondardini.
Dopo la leggera ripresa del 2016, nei primi cinque mesi del 2017 gli investimenti pubblicitari hanno mostrato una flessione dell’1,9% rispetto al corrispondente periodo del 2016 (dati Nielsen Media Research). Per mezzi, la radio ha registrato una significativa crescita rispetto all’analogo periodo del 2016 (+4,1%), televisione ed internet (esclusi Search e Social) hanno conseguito una raccolta di importo sostanzialmente equivalente a quello del

leggi...
Nata da Finegil, La Stampa, il Secolo XIX avvia la sperimentazione su carta e digitale

Gruppo Gedi, obiettivo 400mila copie

GediROMA – Il coordinamento dei Comitati di redazione della Finegil ha incontrato il direttore delle risorse umane del gruppo Gedi Roberto Moro, il direttore generale Finegil Marco Moroni, il direttore editoriale Finegil Roberto Bernabò e il direttore Romeo Marrocchio per un esame della situazione dopo il perfezionamento della fusione per incorporazione del gruppo Itedi in Gedi.
Il 27 giugno 2017, ha riferito l’azienda, c’è stato il conferimento di Itedi in Gedi. Le prossime operazioni in calendario sono: il conferimento del centro stampa di Torino di Itedi in Rotocolor; la fusione tra PK (concessionaria pubblicità di Itedi) e Manzoni; la scissione delle attività Elemedia (radio e digitale) e la creazione di

leggi...
“La fusione è sempre un’ipotesi”. Confermati Lilli Gruber e Formigli, arriva Guzzanti

La7, Cairo non vende, ma rilancia verso Rcs

Urbano Cairo

Urbano Cairo

MILANO – La previsione di Rcs di un utile netto di circa 40 milioni “è la nostra bussola, il nostro obiettivo ed è quello che mi sento di confermare. Viaggiamo per fare quello”. Lo ha affermato Urbano Cairo a margine della

leggi...
La relazione del presidente di Confindustria Radio Televisioni all’Assemblea annuale

Radio e Tv, Franco Siddi: “Una crisi senza fine”

Franco Siddi (Foto Giornalisti Italia)

Franco Siddi (Foto Giornalisti Italia)

ROMA – «L’attuale scenario economico, purtroppo, non agevola la crescita dell’industria culturale e creativa italiana, il cui valore economico complessivo sfiora, nel 2015, i 48 miliardi di euro ma con un potenziale inespresso di crescita fino a 72 miliardi di euro, come evidenziato dallo studio “Italia Creativa” curato da Ernst & Young anche con la collaborazione di Confindustria Radio Televisioni». Ad affermarlo è il presidente di Confindustria Radio Televisioni, Franco Siddi nel corso del suo intervento all’Assemblea annuale.
«Stessa considerazione – sottolinea – vale per il settore radiotelevisivo, che con circa 9,7 miliardi di euro di ricavi, nel 2015, rappresenta da solo il 20% del valore economico dell’Industria culturale e creativa ma che, nonostante la buona tenuta dei consumi televisivi, ha difficoltà di espandere i volumi dei ricavi e di migliorare i margini di redditività».
«L’occupazione diretta tiene: 28.400 unità nel 2015 contro le 28.600 del 2014. Gli investimenti pubblicitari – incalza Siddi –

leggi...
Il futuro dei giornali visto da Lionel Barber, Bobby Ghosh, Lydia Polgreen e Tsuneo Kita

Notizie di qualità per contrastare i social

Tsuneo Kita

Tsuneo Kita

Lionel Barber

Lionel Barber

TORINO – “I social devono assumersi maggiori responsabilità per quello che viene pubblicato sulle loro piattaforme”. È il direttore del Financial Times, Lionel Barber, a puntare l’indice contro Twitter definendolo “uno degli strumenti più pericolosi in circolazione

leggi...
Partnership tra la startup di Barbara Bontempi e la concessionaria del Gruppo 24 Ore

System 24 nuova concessionaria di DigitalBees

Barbara Bontempi

Barbara Bontempi

MILANO – Confermata l’assegnazione a WebSystem 24 del premium video network di DigitalBees, il primo Video & Content Facilitator in Italia: si rafforza, così, l’offerta video advertising della concessionaria pubblicitaria del Gruppo 24 Ore, che raggiunge un inventory mensile di oltre 40 milioni.
DigitalBees, startup digitale del business incubator Digital Magics, quotato su Aim Italia di Borsa Italiana, deve il forte sviluppo degli ultimi due anni alla presenza del Ceo Barbara Bontempi e del general manager Dario Mazzocchi, entrambi con una pluriennale esperienza nel settore media-advertising. Il loro operato ha determinato un incremento in

leggi...
Una grande opportunità di promozione per idee, talenti, startup creative e culturali

La Regione Lazio cerca 100 storie di creatività

100 storie di creativitàROMA – C’è tempo ancora fino al 27 giugno per autocandidarsi al Contest 100 Storie di Creatività 2018 dedicato a talenti Under 35, startup, associazioni e gruppi di creativi. Il volume raccoglie i 100 migliori creativi del territorio.

leggi...
design   emme21