L’unica risposta possibile ai 69 licenziamenti dichiarati dalla proprietà

Telecity: 95% di adesione allo sciopero

TelecityALESSANDRIA – “Con l’adesione pressochè totale allo sciopero (95%) indetto nelle cinque sedi del circuito Telecity, è stata data l’unica risposta possibile ai 69 licenziamenti dichiarati dalla proprietà, che non ha fatto nulla per rilanciare il progetto editoriale, vanificando i sacrifici sopportati negli ultimi quattro anni dalle lavoratrici e dai lavoratori a causa degli ammortizzatori sociali”.
Lo affermano le Segreterie nazionali e territoriali di Fnsi, Slc Cgil, Fistel Cisl e Uilcom Uil, secondo le quali “la proprietà dovrebbe spiegare per quale

leggi...
Licenziamenti e chiusura delle sedi di Torino e Genova. La Fnsi: “Incomprensibile”

Telecity, Telestar, Italia 8: via il 60% dei lavoratori

telecityROMA – Licenziamento per il 60% dei lavoratori di Telecity, Telestar, Italia 8 e chiusura delle sedi di Torino e Genova. Lo ha deciso la famiglia Tacchino, unica proprietaria del gruppo Telecity, nato nel 1976 a Castelletto d’Orba

leggi...
I tre redattori di Torino del Giornale del Piemonte senza stipendio da ottobre

Non pagati, i giornalisti gettano la spugna

giornale-del-piemonteTORINO – Si è conclusa con una scelta dolorosa, quanto inevitabile, l’avventura dei tre giornalisti della redazione di Torino del “Giornale del Piemonte”. Gli ultimi superstiti di una realtà nata diciassette anni fa e che in passato aveva contato su ben altri numeri hanno, infatti, rassegnato le dimissioni per giusta causa.
A darne ’annuncio è stata l’Associazione Stampa Subalpina denunciando, così, “l’epilogo di una vicenda iniziata a ottobre, quando l’azienda, senza fornire alcuna spiegazione, aveva sospeso il pagamento degli stipendi dopo che da oltre quattro anni aveva già interrotto il versamento di quanto dovuto al Fondo di Previdenza Complementare dei Giornalisti”.

leggi...
Aveva 53 anni di cui 34 vissuti nella redazione del “Corriere”. Oggi funerali a Cerano

Addio Paolo Viviani, storico cronista di Novara

Paolo Viviani

Paolo Viviani

NOVARA – All’età di 53 anni è morto Paolo Viviani, storico cronista del Corriere di Novara. Dall’agosto scorso combatteva contro la brutta malattia che l’aveva costretto ad un intervento chirurgico ed alla chemioterapia, ma nonostante le sofferenze non aveva mai smesso di lavorare.
Nato il 14 marzo 1963, Paolo era giornalista professionista iscritto all’Ordine del Piemonte dal 7 febbraio 1996. Al Corriere di Novara aveva cominciato a lavorare giovanissimo conquistando sul campo la stima dei colleghi e dei lettori con i quali ha voluto condividere su Facebook il “diario di bordo” della sua malattia. “Diario – ricorda il suo giornale –  iniziato lo scorso 13 agosto (le avvisaglie della malattia erano

leggi...
Dal 23 al 25 febbraio II edizione della kermesse dedicata all’informazione sul cibo

A Torino il Festival del giornalismo alimentare

buon ciboTORINO – Dalle bufale agli allarmi alimentari, dalla “criminalità” a tavola all’agricoltura che diventa virale. Il mondo della comunicazione alimentare torna al centro del dibattito con tre giorni di confronto, dal 23 al 25 febbraio, alla Biblioteca nazionale di Torino, per la seconda edizione del Festival del Giornalismo Alimentare. L’evento, unico del genere in Italia, si rivolge a giornalisti, comunicatori, blogger,

leggi...
In mostra a Torino per i 150 anni del quotidiano con le 18.740 firme dei giornalisti

500 fotografie raccontano La Stampa

Oggi alle 15 l’apertura della mostra al pubblico

TORINO – “La Stampa fotografa un’epoca”. È il titolo della mostra allestita a Palazzo Madama, a Torino, in occasione dei 150 anni del quotidiano torinese e realizzata con il supporto di Eni e Reale Mutua. Ad inaugurarla, John Elkann,

leggi...
Mons. Cesare Nosiglia, arcivescovo di Torino, alla Festa di San Francesco di Sales

“Nel giornalismo serve un’etica forte e condivisa”

Mons. Cesare Nosiglia

Mons. Cesare Nosiglia

TORINO – “Nella professione giornalistica serve un’etica forte e condivisa, per non limitarsi all’opinione prevalente, ai dati dei sondaggi”. Lo ha affermato l’arcivescovo di Torino, monsignor Cesare Nosiglia, nel corso dell’incontro organizzato in occasione di San Francesco di Sales patrono dei giornalisti.
Nosiglia ha parlato di “un’etica forte e condivisa per fare fronte alle manipolazioni della comunicazione e alla disinformazione e all’indebolimento dell’impegno “a verificare le fonti delle notizie e a garantirsi dalla menzogna o da una non piena verità, con quella capacità critica propria dell’uomo adulto maturo”.
“Occorre ancorarsi – ha detto l’arcivescovo – a un

leggi...
Stroncato da un infarto di ritorno dalla Malesia. Martedì l’autopsia: ucciso da un virus?

Morto il giornalista Jean Paul Bonomi, 43 anni

Jean Paul Bonomi

Jean Paul Bonomi

BUSTO ARSIZIO (Varese) – Improvvisa scomparsa del giornalista Jean Paul Bonomi. Aveva 43 anni e si era fatto apprezzare nel Novarese per le sue radiocronache al seguito del Novara calcio.
Nato a Milano l’11 giugno 1973, era giornalista pubblicista iscritto all’Ordine della Lombardia dal 25 novembre 2010.
Da anni viveva a Meina, sul lago Maggiore, e all’attività giornalistica affiancava il lavoro all’agenzia di viaggi “Squirrel”, gestita dal padre a Milano. Un’attività, quest’ultima, che gli ha consentito di girare il mondo e, si sospetta, possa essergli stata fatale. Giovedì scorso era, infatti, appena tornato dalla Malesia ed il giorno

leggi...
Il rischio è che finiscano sotto il controllo di una società in concordato preventivo

Corriere di Novara ed Eco di Biella in quali mani?

Corriere di Novara Eco di BiellaNOVARA – L’Associazione Stampa Subalpina è vicina ai lavoratori del Corriere di Novara e dell’Eco di Biella che, con gesto coraggioso, hanno espresso in una lettera la propria preoccupazione per le trattative in corso per la cessione delle due testate a DMedia Group, società controllata da Dmail.
Nel documento, giornalisti e tecnici esplicitano il loro timore per il rischio che le due storiche testate possano finire sotto il controllo di una società che si trova al momento in concordato preventivo: «Per queste ragioni – sottolineano i lavoratori – sarebbe meglio che l’eventuale cessione avvenisse al

leggi...
Intervista alla Rai solo con domande poste dall’addetto stampa. Protesta la Fnsi

Torino, il giornalista non è un Appendino

Chiara Appendino

Chiara Appendino

RaiROMA – La Federazione Nazionale della Stampa Italiana, l’Usigrai e l’Associazione Stampa Subalpina esprimono la loro piena solidarietà al collega della sede Rai di Torino vittima di una “intollerabile discriminazione professionale” da parte del capo ufficio stampa del sindaco Chiara Appendino.
“Se un tempo l’arroganza delle politica si limitava alla richiesta di domande compiacenti, oggi – denuncia il sindacato – siamo arrivati alla pretesa che le domande nelle interviste vengano

leggi...
design   emme21