40 anni dopo il delitto, il libro della cronista che arrivò per prima all’idroscalo di Ostia

Lucia Visca riesamina la morte violenta di Pasolini

LIBRO PASOLINIROMA – Lucia Visca è stata una delle prime persone ad arrivare, alle sette del mattino del 2 novembre 1975, sul luogo del delitto di Pier Paolo Pasolini. Quarant’anni dopo, la giornalista romana – una lunga carriera trascorsa in diversi quotidiani del Gruppo Espresso, dopo gli inizi a Paese Sera – ripercorre gli attimi, le azioni, le emozioni, i particolari che seguirono alla telefonata mattutina, quel 2 novembre del ’75, della sua redazione: “Abbiamo un morto all’Idroscalo. Interessa?”. E lo fa in un libro, “Pier Paolo Pasolini, una morte violenta”, edito da Castelvecchi (125 pagine, 14,50 euro), in cui i racconti, sapientemente orchestrati, passo dopo passo, sono costellati di immagini altrettanto preziose.
Ci sono le foto del ritrovamento del cadavere. Ci sono le prime pagine dei giornali del giorno dopo, da Il Messaggero, a Oggi e, naturalmente, Paese Sera. Ci sono i ritratti in carboncino e matita

leggi...
Il 13 novembre, nella sede Fnsi, il volume sul confronto tra Freccero e De Kerckhove

Assostampa Molise a Roma per Un futuro digitale

Un futuro digitale

Giuseppe Di Pietro

Giuseppe Di Pietro

ROMA – La sala convegni della Federazione Nazionale della Stampa a Roma, in corso Vittorio Emanuele II n. 349, ospiterà venerdì 13 novembre, alle ore 10.30, la conferenza stampa per la presentazione del volume “Un futuro digitale”, a cura di Antonio Ruggieri, delle Edizioni il Bene Comune.
Il libro contiene una presentazione di Franco Siddi ed è il rendiconto dettagliato del confronto fra Carlo

leggi...
Guida atipica del pellegrinaggio del giornalista e storico e del suo compagno di marcia

“Sulla via Francigena”, il libro di Del Boca e Moia

Sulla Via FrancigenaROMA – L’avevamo pronosticato, anzi scritto: il meraviglioso pellegrinaggio da Canterbury a Roma, percorrendo la via Francigena sulle orme del vescovo Sigerico, di cui sono stati protagonisti Lorenzo Del Boca, giornalista e storico, tre volte presidente dell’Ordine nazionale dei giornalisti dopo esserlo stato della Fnsi, e il suo infaticabile compagno di viaggio, Angelo Moia, dirigente di industria, è diventato un libro.
Oggi come allora milioni di passi, uno dopo l’altro, per oltre duemila chilometri, quattro Paesi diversi e altrettante frontiere superate. Oggi come allora il cammino lungo la storia millenaria dell’Europa messo nero su bianco, cosicché anche chi con ha buone gambe o il medesimo coraggio dei nostri possa godere di questa straordinaria avventura.
È appena uscito, per i tipi di Utet, “Sulla via Francigena”, libro che porta la firma di Lorenzo Del Boca e Angelo Moia, i quali, attraverso un personalissimo racconto a quattro mani, restituiscono tutte le variegate emozioni di

leggi...
Per la prima volta nella storia dei Nobel viene premiato un genere giornalistico

Premio Nobel alla giornalista Svetlana Aleksievich

Svetlana Aleksievich

Svetlana Aleksievich

STOCCOLMA (Svezia) – La giornalista e scrittrice bielorussa Svetlana Aleksievich ha vinto il premio Nobel per la Letteratura del 2015. Lo ha annunciato la filologa svedese Sara Danius, neo segretario permanente

leggi...
Mercoledì dibattito all’Antitrust per la presentazione del libro di Robert Sommella

Sboom, sappiamo sostenere il cambiamento?

Sommella Sboom

Roberto Sommella

Roberto Sommella

ROMA – Quanto siamo cambiati dopo la crisi? Debito, differenze sociali, disoccupazione, sono tutti aumentati, ma non dipende solo dalle ricette sbagliate dei governi. È in atto una rivoluzione industriale che sta trasformando tutto: capitale, lavoro, ricchezza, povertà. E nessuno sembra in grado di capire quando finirà l’era dello sboom. A meno che non si diventi protagonisti della trasformazione, ripartendo dall’uomo.
A parlarcene nel libro “Sboom

leggi...
Dalle ore 10 alle 12 manifestazione a Bologna contro i licenziamenti annunciati

Edizioni Dehoniane, un’altra giornata di sciopero

Il RegnoSettimanaBOLOGNA – È ancora sciopero per i dipendenti del Centro Editoriale Dehoniano, dopo che la casa editrice non ha dato segno di apertura alcuna verso una soluzione della crisi aziendale, che sia condivisa e meno traumatica per i lavoratori, e rimane irremovibile sulla scelta di licenziare un terzo delle risorse umane (9 dipendenti su 30).
L’interruzione delle trattative aveva già portato a uno sciopero lo scorso 15 settembre, ed era la prima volta nella storia dell’azienda.

leggi...
Sarà presentato domani a Napoli nel trentennale dell’omicidio di Giancarlo Siani

“Io non taccio”, il libro dei giornalisti scomodi

Io non taccioNAPOLI – Sono centinaia i giornalisti e i blogger che, ogni anno, subiscono minacce e intimidazioni in Italia, a causa di inchieste coraggiose, che senza censure raccontano di verità scomode, spesso inconfessabili. A mettere fortemente a rischio uno dei diritti fondamentali della nostra democrazia – la libertà d’informazione – non è solo la

leggi...
Dal 23 al 26 settembre il IV Festival sul giornalismo d’inchiesta delle Marche

Osimo: giornalismo, legalità e coscienza civica

Festival Giornalismo OsimoOSIMO (Ancona) – “Legalità e coscienza civica”: è il tema proposto dal Festival del giornalismo d’inchiesta delle Marche che si svolgerà dal 23 al 26 settembre. L’iniziativa (quarta edizione) è organizzata da due Associazioni

leggi...
Domani, alle ore 12.45, ospite di Concita De Gregorio a “Pane Quotidiano” su Rai 3

Corrado Augias e “Le ultime 18 ore di Gesù”

Corrado Augias

Corrado Augias

Corrado Augias

ROMA – Dopo le fortunate inchieste sul Cristianesimo, su Maria e Gesù di Nazaret, ne “Le ultime 18 ore di Gesù” (Einaudi, pagine 246, euro 20), Corrado Augias ricostruisce il processo che portò alla crocefissione di Cristo. Come si svolse? In base a quali accuse? Secondo quale rito? Con lo spirito di un detective, muovendosi tra storia e religione, restituisce una galleria di ritratti, noti e meno noti, che accompagnarono Gesù al Calvario: da Ponzio Pilato alla sua misteriosa consorte

leggi...
Domani a Bologna, dalle 9.30 alle 12.30, contro il licenziamento di 9 lavoratori su 30

Edizioni Dehoniane, primo sciopero in 60 anni

Centro DehonianoBOLOGNA – Primo sciopero con manifestazione pubblica, in 60 anni di storia, per i lavoratori del Centro Editoriale Dehoniano, una delle maggiori case editrici cattoliche in Italia, dopo

leggi...
design   emme21