Il bilancio dell’Associazione editori di nuovo positivo dopo 7 anni di segno meno

Libri: mercato in ripresa, decisivo l’e-commerce

Leggere un libroMILANO – Il mercato dei libri è in ripresa del 5,8 per cento rispetto al 2016. Comincia a soffiare un vento positivo.
«È sicuramente una ripresa – commenta Ricardo Franco Levi presidente dell’Associazione italiana editori (Aie)

leggi...
Scritti da due giornalisti, Anna Lavatelli e Giovanni Tesio: li propone Interlinea

Due libri per non dimenticare l’olocausto

Anna Lavatelli

Anna Lavatelli

NOVARA – Con la ricorrenza degli 80 anni dalla promulgazione delle leggi fasciste sulla razza (11 novembre 1938), alla vigilia del “Giorno della memoria” (27 gennaio) che commemora le vittime dell’Olocausto, e in coincidenza con la nomina a senatore a vita di una sopravvissuta dei campi di concentramento nazisti, Liliana Segre, l’editrice novarese Interlinea propone due libri che si inseriscono nel filone “per non dimenticare”.
“Il violino di Auschwitz” è dedicato ai più piccoli. Anna Lavatelli, pubblicista, vincitrice del “Premio Andersen” firma il testo, mentre Cinzia Ghigliano, con mano delicata nata nella rivista “Linus”, ne illustra i contenuti. Ottantotto pagine, 8 euro.

leggi...
Gli articolo del giornalista della Gazzetta dello sport diventano un libro

Il 2017 raccontato da Giorgio Dell’Arti

Giorgio Dell’Arti

Giorgio Dell’Arti

MILANO – Gli articoli di Giorgio Dell’Arti, pubblicati sulla Gazzetta dello Sport, diventano un libro. Tutti insieme raccontano l’intero anno appena trascorso. Nulla di più scontato che intitolarlo “2017”, visto che si tratta della retrospettiva dei fatti degli ultimi dodici mesi. Editore: RCS Media Group. Prezzo di copertina: 9 euro e 99. In vendita: in allegato con il quotidiano sportivo.
Un tuffo nel passato. Si incomincia con la tragedia di Rigopiano quando dalla montagna si è staccata una valanga che ha sotterrato un intero hotel con le persone in vacanza. E si arriva alla crisi internazionale fra Usa e Corea del Nord che minacciano sfracelli atomici. Poi:

leggi...
È l’auspicio di Mariano Settembri, editore del libro di Clarissa Egle Mambrini

“A Novara almeno una targa a Strehler!”

Clarissa Egle Mambrini e il suo libro “Il giovane Strehler”

Clarissa Egle Mambrini e il suo libro “Il giovane Strehler”

NOVARA – «Ma, almeno, una targa…!». L’editore Mariano Settembri vorrebbe che si ricordasse appropriatamente l’esordio di Giorgio Strehler che, nel 1943, a Novara, mandò in scena il suo primo spettacolo teatrale. E, fin da allora, si comprese che quel ragazzotto un po’ impacciato e molto timido, aveva del talento che lo avrebbe lanciato nel panorama artistico internazionale.
«Possibile – si domanda Settembri – che non si possa immaginare un qualche evento che possa celebrarlo?”
Lui, la sua parte, l’ha già fatta pubblicando un libro su “Il giovane Strehler”, affidato alla penna di Clarissa Egle Mambrini, che ha ricostruito l’avvio della carriera del regista. Non a caso il sottotitolo della pubblicazione precisa: “da Novara al Piccolo teatro di Milano”. L’editore, però, pretenderebbe che la città non lasciasse cadere nel vuoto la ricorrenza.

leggi...
Un’ironia fulminante anima il libro del giornalista: “Non si piange sul latte macchiato”

Bruno Gambarotta e gli “amici della prostata”

Bruno GambarottaGALLIATE (Novara) – Alla biblioteca di Galliate, Bruno Gambarotta – giornalista, commediografo, attore e regista – presenta la sua ultima fatica letteraria: “Non si piange sul latte macchiato” (editrice Manni).

leggi...
Sotto una tempesta di polemiche, l’editore parigino rinuncia a ristampare tre opere

Il Céline antisemita, Gallimard si autocensura

Louis Céline

Louis Céline

PARIGI (Francia) – L’editore parigino Gallimard si autocensura e rinuncia a ristampare alcune opere di Louis-Ferdinand Céline, giudicate antisemite. Dopo una serie di tira e molla che hanno coinvolto anche l’Eliseo (contrario

leggi...
L’anomala battuta del tycoon sull’amico presidente nel libro di Michael Wolff

Murdoch: “Donald Trump? Un fottuto idiota”

Donald Trump e Rupert Murdoch

Donald Trump e Rupert Murdoch

LONDRA (Gran Bretagna) – “Un fottuto idiota”. È il giudizio categorico che Rupert Murdoch avrebbe espresso su Donald Trump, nel dicembre 2016, dopo una conversazione con il presidente appena eletto. L’indiscrezione

leggi...
In “Noi e gli altri” racconta i popoli in via di estinzione e l’incontro con i cannibali

Maurizio Leigheb, il giornalista che gira il mondo

Maurizio Leigheb

Maurizio Leigheb

NOVARA – Il giornalista e antropologo Maurizio Leigheb, nel suo libro d’imminente pubblicazione, racconta il dramma delle popolazioni che stanno scomparendo. Titolo: “Noi e gli altri”. Casa editrice: la valdostana Carattere Mobile di Chatillon.
Nei capitoli che costituiscono il suo lavoro editoriale, lo studioso descrive le tradizioni, i simboli, le concezioni religiose e le lingue di queste tribù. In particolare, è stato colpito dal genocidio degli indigeni dell’Amazzonia e dal rischio d’estinzione degli Jarawa delle isole Andamene.

leggi...
La casa editrice novarese, leader nell’editoria per l’infanzia, sbarca in Cina e Corea

Interlinea, 25 anni di libri con salto in Oriente

Roberto Cicala e Carlo Robiglio

Roberto Cicala e Carlo Robiglio, fondatori della casa editrice Interlinea che ha tagliato il traguardo dei 25 anni di attività

NOVARA – Con un salto, i libri di Novara volano in Cina e in Corea. Si tratta di un’iniziativa della casa editrice “Interlinea” una delle leader nel campo della letteratura per l’infanzia che cosi risponde a una domanda in forte

leggi...
Proponendo in abbinamento al giornale “L’ombra sulle colline” che gli valse lo Strega

La Stampa omaggia Giovanni Arpino

Giovanni Arpino

Giovanni Arpino

TORINO – La Stampa, per ricordare una delle sue firme più prestigiose, quella di Giovanni Arpino, a trent’anni dalla morte, propone in allegato con il giornale un suo libro: “L’ombra sulle colline”. L’abbinamento “dura” fino al 7 gennaio, al prezzo di 7,90 euro.
Arpino, un raffinato studioso di letteratura moderna, era nato a Pola, allora ancora italiana, figlio di un ufficiale che prestava servizio in terra croata. Con la fine della guerra si era trasferito (prima) a Bra, nella provincia di Cuneo, città d’origine di sua madre e (poi) a Torino per laurearsi con una tesi sul poeta russo Sergej Alexsandrovic Esenim. Infine il suo

leggi...
design   emme21