Derk Johannes Bolt ed Eugenio Ernest Marie Follender nelle mani della guerriglia

Colombia: sequestrati due giornalisti olandesi

Eugenio Ernest Marie Follender

Eugenio Ernest Marie Follender

Derk Johannes Bolt

Derk Johannes Bolt

BOGOTA’ (Colombia) – I giornalisti olandesi Derk Johannes Bolt, 62 anni, ed Eugenio Ernest Marie Follender, 58 anni, sono stati sequestrati da un gruppo armato in Colombia, nella regione di Norte de Santander, al confine con il Venezuela.
La notizia è stata diffusa da Defensoria del Pueblo, organizzazione umanitaria

leggi...
Lorusso, rientrato da Istanbul, rilancia l’appello con Giulietti, Parisi, Di Trapani, Noury

Turchia, la Fnsi: “Non spegniamo i riflettori”

Da sinistra: Vittorio Di Trapani, Giuseppe Giulietti, Raffaele Lorusso e Carlo Parisi

Da sinistra: Vittorio Di Trapani, Riccardo Noury, Giuseppe Giulietti, Raffaele Lorusso e Carlo Parisi

ROMA – Appena rientrato da Istanbul, dove ieri ha partecipato, in rappresentanza della Ifj, la Federazione internazionale dei giornalisti, alla prima udienza del processo a carico dei giornalisti Ahmet e Mehmet Altan,

leggi...
Il segretario generale della Fnsi al processo dei fratelli Altan in rappresentanza dell’Ifj

Lorusso in Turchia contro il bavaglio di Erdogan

Raffaele Lorusso a Istanbul davanti

Raffaele Lorusso (il quinto da sinistra) con i giornalisti turchi a Istanbul davanti alla Corte di giustizia

ISTANBUL (Turchia) – Il segretario generale della Fnsi, Raffaele Lorusso, si trova questa mattina a Istanbul, in rappresentanza della Federazione internazionale dei giornalisti (Ifj), per presenziare, insieme con gli esponenti di

leggi...
Oscurati i giornali critici verso il regime come i quotidiani Al Badil e Mada Masr

Bavaglio in Egitto: oscurati 78 siti web

La protesta dei giornalisti contro i bavagli alla stampa e gli arresti multipli in Egitto

Una protesta dei giornalisti contro i bavagli alla stampa e gli arresti in Egitto

IL CAIRO (Egitto) – Le autorità egiziane hanno operato un giro di vite alla censura chiudendo 78 pagine web, di cui 14 negli ultimi giorni. Lo denuncia l’Ong egiziana Afte, secondo cui l’inasprimento consegue all’ondata di critiche

leggi...
Per il sit-in contro la cessione all’Arabia Saudita delle isole Tiran e Sanafir

Egitto: arresti e feriti al Sindacato giornalisti

sindacato giornalisti EgittoIL CAIRO (Egitto) – Diversi giornalisti egiziani sono stati feriti e altri arrestati in scontri con le forze di sicurezza dentro e fuori dall’edificio del Sindacato della stampa al centro del Cairo. Decine di giornalisti hanno inscenato ieri un sit-in

leggi...
Il vicepresidente della Fondazione antimafia Scopelliti dovrà risarcire il giornalista

Pecora condannato per aver diffamato Pantano

Agostino Pantano

Agostino Pantano

REGGIO CALABRIA – Diritto di cronaca salvo, nella lunga vicenda che vedeva contrapposti in tribunale il giornalista Agostino Pantano e Giovanni Pecora, vicepresidente della fondazione antimafia Antonino Scopelliti.
La Corte d’Appello di Reggio Calabria, ribaltando la sentenza di primo grado del Tribunale di Palmi, ha condannato Pecora riconoscendo il suo reato di diffamazione ai danni del cronista costituito parte civile.
La vicenda della residenza della famiglia Pecora nel palazzo del boss di Polistena era scoppiata nel 2012, a seguito di un articolo di Pantano che all’epoca lavorava per il Corriere della Calabria. Da quell’inchiesta ne scaturì una veemente reazione contro il giornalista, specie su

leggi...
Il fotoreporter francese arrestato l’8 maggio scorso in Turchia è stato espulso

Liberato il giornalista Mathias Depardon

Mathias Depardon appena atterrato all’Aeroporto di Parigi (Foto Afp)

Mathias Depardon appena atterrato all’Aeroporto Charles De Gaulle di Parigi (Geoffroy Van Der Asselt/Afp)

ROMA – Il fotoreporter francese Mathias Depardon, detenuto arbitrariamente in Turchia dall’8 maggio scorso, è stato espulso ieri e messo su un aereo da Gaziantep a Istanbul e su un altro che dalla capitale turca lo ha portato

leggi...
I giornalisti leggono il telegiornale sugli autobus contro il bavaglio del regime Maduro

El Bus Tv, così in Venezuela si sfida la censura

El Bus Tv 1CARACAS (Venezuela) – Trasmettere le notizie usando una sagoma di cartone, due telecamere, un paio di telefonini e i mezzi pubblici. Così alcuni giornalisti e artisti venezuelani hanno trovato un modo efficace per

leggi...
Corte di Strasburgo con sentenza unanime: “I giornalisti non hanno il diritto di violarlo”

Segreto istruttorio più forte della libertà di stampa

Corte StrasburgoSTRASBURGO (Francia) – I giornalisti non hanno il diritto di violare il segreto istruttorio in nome della libertà di stampa. Lo ha stabilito la Corte europea dei diritti dell’uomo giudicando giusta la condanna inflitta dai tribunali

leggi...
Mons. Raúl Vera López: “Attacchi mirati ai professionisti che cercano la verità”

Messico, la Chiesa al fianco dei giornalisti

Mons. Raúl Vera López

Mons. Raúl Vera López, vescovo di Saltillo

SALTILLO (Messico) – Il Messico è uno dei paesi dove è più rischioso svolgere il mestiere di giornalista e dove i professionisti dell’informazione che cercano la verità subiscono aggressioni e attacchi mirati. Per questo “hanno bisogno del nostro sostegno e della nostra preghiera”: lo ha detto il vescovo della diocesi di Saltillo, mons. Raúl Vera López, celebrando una messa nella capitale dello Stato messicano del Coahuila, in occasione della “Giornata dei giornalisti”, e pregando per coloro che sono stati uccisi svolgendo questa professione.
Durante la messa, celebrata nella chiesa del Santo Cristo, il vescovo ha parlato delle difficili condizioni in cui si pratica il loro lavoro.
Dopo la messa si è svolto un breve incontro al quale hanno partecipato i giornalisti e corrispondenti dei vari media locali. “Noi

leggi...
design   emme21