Sarà Giornata nazionale della memoria. Bindi: “Un passo di grande valore simbolico”

Mafia: il 21 marzo l’Italia ricorderà le vittime

Giuseppe Falcone e Paolo Borsellino

Giuseppe Falcone e Paolo Borsellino

ROMA – La Camera ha approvato in via definitiva con 418 voti a favore e nessun contrario, la legge che celebra il 21 marzo quale Giornata nazionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie.

leggi...
In Toscana una proposta di legge dei consiglieri M5S modifica l’attuale disciplina

Corecom Toscana: si ampliano le incompatibilità

Corecom ToscanaFIRENZE –  Si amplia il regime di incompatibilità per i componenti del Comitato regionale per le comunicazioni (Corecom) della Regione Toscana. All’unanimità la commissione Affari istituzionali, presieduta da Giacomo Bugliani (Pd) ha licenziato con parere favorevole una proposta di legge

leggi...
Il 2 marzo nella sede del Cnr: informazione tecnologica e protezione dei dati personali

Big Data e Privacy: la ricerca fa il punto a Pisa

big-data-word-cloudPISA – Saranno oltre 200, tra docenti universitari, manager, ricercatori, e professionisti, gli addetti ai lavori che si incontreranno la prossima settimana al Cnr di Pisa per affrontare le tematiche della nuova economia digitale nell’era dell’informazione tecnologica.

leggi...
Augusto Mattioli costretto a rivelare la fonte. L’Odg: “Intervenga il Parlamento”

Pubblicisti e segreto professionale: non c’è pace

Augusto Mattioli

Augusto Mattioli

ROMA – L’Ordine nazionale dei Giornalisti esprime preoccupazione per quanto è successo al collega Augusto Mattioli durante la terza udienza del processo a carico della vedova di David Rossi, Antonella Tognazzi, e del giornalista del Fatto Quotidiano Davide Vecchi, accusati di aver divulgato materiale riservato.
Mattioli, sentito come testimone, si è riservato di non rispondere a una domanda del pubblico ministero, appellandosi al segreto professionale. Il giudice ha sospeso l’udienza e dopo essere tornato in aula ha verbalizzato che il giornalista, essendo pubblicista, non può avvalersi di questa tutela obbligando il

leggi...
Le associate Fieg incontrano il ministro Lotti sui nuovi criteri dei contratti di servizio

Agenzie di stampa: si pensa al bando di gara

Fieg

Luca Lotti

Luca Lotti

ROMA – Si è tenuto ieri a Palazzo Chigi l’incontro tra il Ministro per lo Sport e delega in materia informazione e comunicazioni del Governo, editoria e anniversari di interesse nazionali, Luca Lotti, e le agenzie di stampa nazionali per l’individuazione dei nuovi criteri per la stipula dei contratti di servizio – a partire dalla seconda metà del 2017 – con la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Le agenzie di stampa hanno apprezzato la presenza del ministro

leggi...
Per ogni regione 1 consigliere pubblicista e 1 professionista più 1 ogni 800 iscritti

Ordine dei giornalisti: le proposte del Governo

Cnog OdgROMA – Elezioni in vista per l’Ordine dei giornalisti? C’è, infatti, chi è disposto a scommettere che prima della scadenza della proroga dell’attuale consiliatura, fissata al 30 giugno 2017 dal “Decreto Milleproroghe”, si potrebbe conoscere la data della prossima chiamata alle urne.
L’ipotesi scaturisce dalla richiesta di parere che la Direzione Generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha recapitato al Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti rispetto all’assegnazione dei componenti per ciascuna regione, che il Governo dovrà fissare nei decreti attuativi della legge di riforma dell’editoria.
Quale criterio verrà adottato per raggiungere il numero

leggi...
La Cassazione: è reato aggravato dalla “pubblicità” non dal “mezzo della stampa”

Diffamazione: Facebook non è stampa

Facebook CassazioneROMA – La diffamazione su Facebook non può essere equiparata a quella sulla stampa anche se raggiunge potenzialmente un pubblico più vasto.
Lo ha sancito la quinta sezione della Corte di Cassazione – sentenza 4873/17 – respingendo il ricorso del procuratore della Repubblica di Imperia che aveva impugnato per “abnormità” l’ordinanza

leggi...
Sulla vendita centralizzata dei diritti audiovisivi relativi alle partite di calcio di serie A

Diritti tv: l’Antitrust rigetta le linee della Lega Calcio

Lega CalcioROMA – L’Antitrust, con delibera adottata in data 25 gennaio 2017, ha deciso di “non approvare le Linee Guida per la vendita centralizzata dei diritti audiovisivi relativi alle partite di calcio del campionato di calcio di Serie A e delle altre competizioni organizzate dalla Lega Serie A per le stagioni sportive 2018/2019, 2019/2020 e 2020/2021”. Lo annuncia in una nota l’Autorità Garante. Infatti, “alla luce della genericità con cui i criteri di formazione dei pacchetti sono presentati nelle Linee Guida”, l’Autorità “non ha ritenuto possibile esprimere alcuna valutazione di conformità dei medesimi alle previsioni del Decreto Legislativo 9 gennaio 2008, n. 9, e alla Legge 10 ottobre

leggi...
Diffamazione: finta riforma al palo. Abolizione del carcere? Un’operazione di facciata

Bastone e carota sulla pelle dei cronisti

Romano Bartoloni

Romano Bartoloni

ROMA – Marcia sempre a passi di gambero la cosiddetta riforma della diffamazione (ddl 1119-B) in commissione giustizia al Senato dal settembre 2015, tradendo un paralizzante vizio liberticida che ha impedito, in oltre 20 anni di tentativi, di cambiare le regole della legge sulla stampa del 1948 e che, benché vecchie e marcite, appaiono meno pericolose delle tante velleità di aggiustamenti rincorse finora.
Dopo due anni e mezzo di balletti fra i due rami parlamentari, l’’ultima versione rivela come sia cervellotico trovare un compromesso fra il bastone e la carota sulla pelle dei cronisti.
Da una parte si promette di eliminare con una furbesca

leggi...
Giurisprudenza svizzera e difesa della libertà di stampa del settimanale di Locarno

Il Caffè, assurdo bavaglio in Canton Ticino

Matteo Pronzini

Matteo Pronzini

Il CaffèBELLINZONA (Svizzera) – La giurisprudenza del Tribunale federale svizzero dà atto che, in tema di punibilità dei media, le norme del diritto penale vanno interpretate alla luce delle diposizioni del diritto superiore, vale a dire della Costituzione federale e della Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali (Cedu [1]). In quest’ambito, va prestato particolare riguardo alla libertà dei media (art. 17 Cost. e art. 10 Cedu

leggi...
design   emme21