Gestione principale in rosso di 114,3 milioni, ma con un utile di gestione di 9,4 milioni

Inpgi: il Cda approva i bilanci consuntivi 2016

inpgiROMA – Il Consiglio di amministrazione dell’Inpgi ha approvato oggi – con 12 voti favorevoli e 2 contrari – il bilancio 2016 che chiude con un utile di gestione di 9,4 milioni di euro. Il risultato si confronta, però, con un disavanzo della gestione previdenziale pari a 114,3 milioni. Tale disavanzo deriva dal complessivo perdurare dell’andamento negativo degli indicatori principali dell’attività caratteristica dell’ente: anche quest’anno, infatti, il numero degli attivi registra una diminuzione di ulteriori 802 unità, che porta il numero totale degli stessi sotto i 16 mila (con una flessione del 4,96% rispetto allo stesso dato del 2015). Ciò nonostante si evidenzia una contribuzione IVS corrente in 

leggi...
Contro politiche fiscali e previdenziali che colpiscono soprattutto le fasce più deboli 

Cavallaro: “Patto per restituire dignità al lavoro”

Francesco Cavallaro

Francesco Cavallaro

ROMA – “È arrivato il momento di reagire al declino della nostra società attuando in concreto quel dettato costituzionale, volutamente e ripetutamente ignorato dal legislatore, che vede nel lavoro e nei lavoratori, opportunamente sostenuti, la salvezza dell’economia”. Lo ha dichiarato il segretario generale della Cisal, Francesco Cavallaro, consigliere nazionale Fnsi, intervenendo al convegno su “Il lavoro è la salvezza dell’economia”, organizzato alla Camera dei Deputati dall’associazione culturale “L’Alba del Terzo Millennio”.
La Cisal si propone, infatti, come prima firmataria di un “patto per lo sviluppo economico che non sia carico di vuote

leggi...
Co.co.co. con budget tagliato del 10% e meno tutele. Redattori al fianco dei colleghi

Corriere del Veneto, collaboratori depotenziati

Corriere del Veneto

Monica Andolfatto

Monica Andolfatto

VENEZIA – Da una parte i collaboratori che si sono visti tagliare del 10% in maniera unilaterale il budget destinato alle loro prestazioni e si sono organizzati in coordinamento per avviare un dialogo diretto con l’azienda; dall’altro i redattori che, impegnati in un difficile confronto con l’azienda, prendono posizione netta in difesa dei colleghi che considerano a tutti gli effetti, per contributo e professionalità, dei “redattori aggiunti”.
Dentro e fuori, il confine è sempre più labile, opaco, evanescente. È la storia attuale del Corriere del Veneto. Per la prima volta i collaboratori hanno indetto

leggi...
Polemico addio dopo il disco verde del Governo alla riforma. Franchina ad interim

Odg: il presidente Enzo Iacopino si è dimesso

Enzo Iacopino

Enzo Iacopino

Cnog OdgROMA – Con una mossa a sorpresa, Enzo Iacopino si è dimesso da presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti. Lo ha fatto stamani, nel salone delle conferenze dell’Hotel Massimo D’Azeglio, in conclusione della sessione di lavori che ha impegnato per tre giorni il Consiglio nazionale. La reggenza del Cnog passa, pertanto, al vicepresidente pubblicista Santino Franchina che nei prossimi giorni convocherà il Consiglio nazionale per procedere all’elezione del

leggi...
Francesco Cavallaro suona la carica al Consiglio nazionale del sindacato autonomo

Cisal, è l’ora delle “libertà responsabili”

Il segretario generale della Cisal, Franco Cavallaro (giornalista consigliere nazionale Fnsi)

Il segretario generale della Cisal, Francesco Cavallaro (giornalista consigliere nazionale Fnsi)

SALERNO – È l’affermazione delle “libertà responsabili” la nuova sfida della Cisal che, da Salerno, suona la carica ai lavoratori stanchi delle finte tutele perché, più che mai, bisognosi di difensori dei diritti e degli interessi di chi

leggi...
Protestano i collaboratori de “Il Centro”. Il Cdr: “Inaccettabile”. Sga: “Parliamone”

5 euro lordi a pezzo: giornalisti in rivolta

Il CentroPESCARA – Collaboratori del quotidiano “Il Centro” in rivolta contro i nuovi contratti proposti dalla nuova società editrice di proprietà di Luigi Pierangeli, Luigi Palmerini, Cristiano Artoni e Alberto Leonardi. Un piano che prevede il pagamento delle collaborazioni a 5 euro lordi ad articolo. “Compenso”, ha denunciato il Comitato di redazione del quotidiano abruzzese, “inaccettabile dal punto di vista operativo e morale”.
In un documento sottoscritto dagli oltre 100 giornalisti del quotidiano d’Abruzzo, viene ricordato che “una serie di proposte vennero fatte dall’azienda nella direzione di garantire ai collaboratori una situazione economicamente più solida rispetto all’esistente, già

leggi...
La Fnsi auspica che il Governo Gentiloni cancelli tutte le forme di lavoro atipico

I voucher del giornalismo si chiamano co.co.co.

Raffaele Lorusso

Raffaele Lorusso

ROMA – Non serve un maquillage al Jobs act per evitare il referendum. È auspicabile che il governo intervenga in profondità e con decisione per cancellare tutte le forme di lavoro atipico che forniscono un quadro di legalità a situazioni di sfruttamento e precarietà dilagante.
L’intervento sui voucher non basta: è necessario correggere la normativa sui contratti di collaborazione coordinata e continuativa, diventati i voucher del settore giornalistico.
La facilità di accesso a questo strumento continua a creare abusi consentendo a molti editori di mascherare lavoro giornalistico subordinato aggirando le norme del contratto nazionale e lo  

leggi...
No alla proposta di accordo sulla riduzione della spesa aziendale per le collaborazioni

La Repubblica, i collaboratori si ribellano

la-repubblicaROMA – Collaboratori del quotidiano la Repubblica sul piede di guerra dopo la proposta di accordo tra azienda e redazione che prevede una riduzione della spesa aziendale per le collaborazioni esterne.
I collaboratori delle redazioni di Bologna, Firenze, Genova, Milano, Palermo, Roma, Torino e “video” ricordano di essere quotidianamente “impegnati accanto ai redattori nelle diverse sedi di Repubblica. Con il nostro lavoro – sottolineano – assicuriamo l’uscita del giornale, in particolare delle pagine locali, e il continuo aggiornamento del sito internet e la produzione dei contenuti multimediali. Crediamo – come convenivano un anno fa, sottoscrivendo

leggi...
Le misure introdotte con la Legge di Stabilità 2017 e non comprese nella Vigorelli

Inpgi, tutto sul cumulo gratuito dei contributi

inpgiROMA – La legge di stabilità per il 2017 ha introdotto, tra le misure previdenziali, il cosiddetto cumulo gratuito della contribuzione. Si tratta di una misura che l’Inpgi chiedeva fin dal 2008 per poter tutelare tutti i colleghi con contribuzioni maturate presso l’Enpals, l’Inpdap o l’Inpgi 2 che, finora, non erano compresi nella legge Vigorelli che assicura il cumulo gratuito solo per le contribuzioni Inpgi e Inps.
Marina Macelloni, presidente dell’Inpgi, sottolinea che “il provvedimento (art. 1

leggi...
A Firenze spiegata la riforma dai vertici dell‘Inpgi con il fiduciario e l’Assostampa

Inpgi, sacrifici e tutele puntando all’inclusione

Da sinistra: Franco Picchiotti, Sandro Bennucci, Marina Macelloni e Mimma Iorio

Da sinistra: Franco Picchiotti, Sandro Bennucci, Marina Macelloni e Mimma Iorio

FIRENZE – “Un’occasione importante, per capire meglio la riforma dell’Inpgi” è stata offerta dall’Associazione Stampa Toscana, ieri nella sede Rai di Firenze, in occasione dell’incontro tra i vertici dell’Istituto di previdenza e

leggi...
design   emme21