Sarà Giornata nazionale della memoria. Bindi: “Un passo di grande valore simbolico”

Mafia: il 21 marzo l’Italia ricorderà le vittime

Giuseppe Falcone e Paolo Borsellino

Giuseppe Falcone e Paolo Borsellino

ROMA – La Camera ha approvato in via definitiva con 418 voti a favore e nessun contrario, la legge che celebra il 21 marzo quale Giornata nazionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie.

leggi...
Messa di suffragio in Duomo con Armani, Valentino, Ferragamo, Missoni e Versace

I big della moda omaggiano Franca Sozzani

Franca Sozzani

Franca Sozzani

MILANO – Il gotha della moda oggi si è riunito in Duomo a Milano per la messa in suffragio di Franca Sozzani, celebrata dall’arciprete del Duomo, monsignor Gianantonio Borgonovo. A circondare d’affetto la famiglia, tra gli altri,

leggi...
Collettiva a Fano per rimarcare il valore della fotografia che “divide la vita in attimi”

La realtà vista con gli occhi di un fotoreporter

Io reporterFANO (Pesaro e Urbino) – Una mostra collettiva, quella tenutasi a Fano nell’ex chiesa di Sant’Arcangelo dall’11 al 19 febbraio, intitolata “Io Reporter” e costituita, appunto, dalla ricerca di quindici fotoreporter che, nei giorni nostri, hanno usato la fotografia come strumento di documentazione e testimonianza nei temi più diversificati per cui si passa da “temi più impegnati e di attualità ad altri in apparenza più futili ma capaci di trasportarci in un racconto di grande empatia”.
La mostra, nella sua varietà di temi, alcuni dei quali di evidente valore informativo altri di testimonianza dei tempi moderni, offre spunti di riflessione sul ruolo e l’impatto che il flusso di immagini (adesso diventato enorme ed in larga parte fuori controllo) può avere sulla realtà

leggi...
Il 2 marzo nella sede del Cnr: informazione tecnologica e protezione dei dati personali

Big Data e Privacy: la ricerca fa il punto a Pisa

big-data-word-cloudPISA – Saranno oltre 200, tra docenti universitari, manager, ricercatori, e professionisti, gli addetti ai lavori che si incontreranno la prossima settimana al Cnr di Pisa per affrontare le tematiche della nuova economia digitale nell’era dell’informazione tecnologica.

leggi...
L’agenzia spegnerà le insegne per la Festa del risparmio energetico di Caterpillar

24 febbraio: anche l’Agi s’illumina di meno

m’illumino di menoagi_logoROMA – Anche l’Agi aderisce all’iniziativa europea #milluminodimeno, promossa anche quest’anno dal programma radiofonico “Caterpillar” di Radio2. Il 24 febbraio 2017 è la Festa del risparmio energetico e degli Stili di vita sostenibili, e l’Agenzia Italia vuole contribuire alla campagna “M’illumino di meno”, con azioni concrete e attività di comunicazione e sensibilizzazione.
Per tutto il giorno, dunque, l’Agi spengerà le proprie insegne

leggi...
Alla Presidenza del Consiglio la presentazione del volume di Francesco Di Costanzo

PA Social, nuova frontiera del giornalismo

PA SocialROMA – Una rivoluzione. È quella in corso nel mondo della pubblica amministrazione italiana e nel rapporto tra enti e aziende pubbliche e cittadini. Una rivoluzione portata dal web e dai social network e dal radicale cambiamento che sta vivendo la figura del comunicatore pubblico.
Negli ultimi anni molte cose stanno cambiando, in positivo, la pubblica amministrazione sta lentamente abbandonando la sua immagine burocratica, lenta, lontana, grazie all’impronta che stanno lasciando social e chat (da Facebook a Instagram, da Twitter a You Tube, da Snapchat a WhatsApp fino a Telegram, Facebook Messenger, Linkedin) attraverso nuove figure professionali, nuovi servizi e linguaggi, innovazione.
Stare dove stanno i cittadini, informarli dove preferiscono, essere punto di riferimento sui principali social network, questo è l’obiettivo da raggiungere per un settore pubblico davvero a portata di smartphone.
Servono voglia di fare, professionalità,

leggi...
Dal 23 al 25 febbraio II edizione della kermesse dedicata all’informazione sul cibo

A Torino il Festival del giornalismo alimentare

buon ciboTORINO – Dalle bufale agli allarmi alimentari, dalla “criminalità” a tavola all’agricoltura che diventa virale. Il mondo della comunicazione alimentare torna al centro del dibattito con tre giorni di confronto, dal 23 al 25 febbraio, alla Biblioteca nazionale di Torino, per la seconda edizione del Festival del Giornalismo Alimentare. L’evento, unico del genere in Italia, si rivolge a giornalisti, comunicatori, blogger,

leggi...
In mostra a Torino per i 150 anni del quotidiano con le 18.740 firme dei giornalisti

500 fotografie raccontano La Stampa

Oggi alle 15 l’apertura della mostra al pubblico

TORINO – “La Stampa fotografa un’epoca”. È il titolo della mostra allestita a Palazzo Madama, a Torino, in occasione dei 150 anni del quotidiano torinese e realizzata con il supporto di Eni e Reale Mutua. Ad inaugurarla, John Elkann,

leggi...
Del giornalismo e della sua storia. A lui la I edizione del Premio Pier Emilio Acri

Del Boca a Rossano, la lezione di un maestro

Lorenzo Del Boca

Lorenzo Del Boca

ROSSANO (Cosenza) – Quando uno viene riconosciuto come un maestro non ha assolutamente la necessità di farsi appellare come tale. Questo è in estrema sintesi Lorenzo Del Boca, storico, saggista e, soprattutto giornalista. Lorenzo Del Boca è un maestro di giornalismo e lo dimostra con la sua stessa carriera, che è sempre andata di pari passo con l’interesse per la storia del giornalismo. Quello con la lettera maiuscola. Una storia di cui fa parte a pieno titolo, avendo ricoperto il ruolo di presidente dell’Ordine dei giornalisti per tre mandati consecutivi e per essere stato anche presidente della Federazione nazionale della stampa italiana dal 1996 al 2001.
Del Boca ha, poi, un forte legame con la Calabria, ma non è un “colonizzatore” che scende a Sud per impartire lezioni. Sceglie di tornare in questa regione perché lo legano forti rapporti personali e professionali. È lui stesso

leggi...
Lo storico e giornalista nella città laziale per parlare di “Risorgimento di ieri e di oggi”

Del Boca a Gaeta: “Che guaio l’unità d’Italia!”

Lorenzo Del Boca

Lorenzo Del Boca

GAETA (Latina) – «Ho tentato di dimostrare che i nostri guai (tanti) hanno origine con l’unità d’Italia». Lo dice, ancora una volta senza giri di parole, Lorenzo Del Boca, protagonista, a Gaeta, di un incontro organizzato dall’Istituto di studi storici delle due Sicilie con i Cavalieri Costantiniani, il Comune e la  Pro Loco di Gaeta, città “martire” del Risorgimento.
Invitato a parlare di “Risorgimento di ieri e Risorgimento di oggi”, lo storico e giornalista, presidente emerito dell’Ordine nazionale dei giornalisti, Del Boca è andato subito al sodo: «Petruccelli Della Gattina scrive un articolo da pubblicare in Francia per descrivere la prima seduta del nuovo parlamento. Erano 442 deputati. Adesso, fra Camera e Senato, sono 930 più i senatori a vita. Petruccelli lamenta che ci sono nobili marchesi, il bey di Tunisi, avvocati… e la gente?».
Peccato che «adesso i legislatori – ha 

leggi...
design   emme21