Luca Chianca e Paolo Palermo sequestrati per quattro giorni dai servizi del Congo

Tangenti: saranno sentiti i giornalisti di Report

Luca Chianca e Paolo Palermo

Luca Chianca e Paolo Palermo

MILANO – I pm milanesi che indagano su una presunta tangente Eni e Shell a politici nigeriani per acquisire un giacimento petrolifero, sono intenzionati a sentire, nei prossimi giorni, i due inviati di “Report” liberati dopo essere stati sequestrati dai servizi di sicurezza del Congo.
I due giornalisti, Luca Chianca e Paolo Palermo, sono stati rilasciati dopo 4 giorni e ieri mattina sono sbarcati a Fiumicino dopo un lungo viaggio durato 38 ore. Stando al loro racconto e a una prima ricostruzione riportata sul sito del programma televisivo, sono stati arrestati mercoledì scorso a Pointe-Noire in quanto sprovvisti del visto giornalistico.
I due cronisti hanno fatto sapere di aver intervistato un teste

leggi...
Spesso si tratta di ragazzi che si sono reinventati reporter con l’inizio della guerra

Giornalisti, mattanza in Siria: 211 uccisi dal 2011

Giornalisti uccisi in SiriaBEIRUT (Libano) – In principio fu Ahmed Suleiman Daheek, ucciso dai colpi di un carro armato il 5 maggio 2011 a Homs, una delle principali città siriane, soprannominata da alcuni osservatori “la culla della rivoluzione”. Daheek

leggi...
Presidente dell’Associazione di categoria di Cordoba, freddato davanti a un ristorante

Messico: assassinato il giornalista Ricardo Monlui

Ricardo Monlui

Ricardo Monlui

CITTA’ DEL MESSICO – Un altro giornalista è stato assassinato in Messico nello Stato di Veracruz. Ricardo Monlui, presidente dell’Associazione di categoria di Cordoba e collaboratore di vari quotidiani e riviste, è stato freddato mentre usciva da un ristorante con la moglie e il figlio a Yanga, vicino Cordoba. La polizia ha immediatamente avviato una mobilitazione per cercare i responsabili dell’omicidio. Il Messico è uno dei cinque Paesi più pericolosi per i giornalisti, secondo l’ultimo rapporto dell’Unesco.
Tra il 2011 e il 2016 nel solo stato di Veracruz i giornalisti uccisi sono stati 16, tutti durante la gestione del governatore Javier Duarte che ha concluso da

leggi...
I due giornalisti di Report “segregati per 3 giorni”. Indagavano su presunte tangenti Eni

Congo: liberati Luca Chianca e Paolo Palermo

Paolo Palermo (a sinistra) e Luca Chianca appena arrivati all’aeroporto di Fiumicino

ROMA – Sono stati liberati e sono arrivati alle 4.30 di stamane all’aeroporto di Fiumicino Luca Chianca e Paolo Palermo, i due inviati di “Report” fermati mercoledì scorso in Congo, dove si erano recati per indagare su una serie di

leggi...
Il dittatore turco attacca la Merkel minacciando vendette sul giornalista della Die Welt

Deniz Yucel, l’ultima vergogna di Erdogan

Deniz Yucel

Recep Tayyip Erdogan

ISTANBUL (Turchia) – Il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, è tornato ad attaccare la cancelliera tedesca, Angela Merkel, accusandola di adottare “misure naziste” contro i “concittadini e i ministri fratelli” che volevano tenere comizi in Germania. In un

leggi...
Caporedattore di Al-Ahram, ha battuto Yehia Qallash sotto processo per proteste

Sindacato giornalisti egiziani: Salama presidente

Abdel Mohsen Salama

Abdel Mohsen Salama

Sindacato giornalisti egizianiIL CAIRO (Egitto) – È Abdel Mohsen Salama, caporedattore del quotidiano statale Al-Ahram, il nuovo presidente del Sindacato dei giornalisti egiziani. È stato eletto con 2457 voti su 4631 votanti, degli 8600 aventi diritto al voto, contro i 1890 dell’uscente Yehia Qallash, mentre i rimanenti 284 voti sono andati agli altri cinque candidati.

leggi...
Il giornalista arrestato paga la tensione dei rapporti tra Turchia e Germania

Erdogan nega ai tedeschi la visita a Yücel

Deniz Yücel

Deniz Yücel

BERLINO (Germania) – Ankara impedisce ai diplomatici tedeschi di visitare in carcere il giornalista della Welt, Deniz Yucel. Lo scrive lo Spiegel, secondo cui la Turchia continua a negare l’assistenza consolare che la

leggi...
Con il segretario di Stato Tillerson interrotta una tradizione che durava da 50 anni

Nell’era Trump niente più giornalisti al seguito

Donald Trump e Rex Tillerson

Donald Trump e Rex Tillerson

WASHINGTON (Usa) – Il Dipartimento di Stato Usa intende sperimentare nuove forme di comunicazione a cominciare dal viaggio del responsabile degli esteri, Rex Tillerson, in Asia: Giappone, Corea del Sud e Cina le tappe. Nessun giornalista sarà al seguito del segretario di Stato, interrompendo una tradizione di copertura mediatica che durava da 50 anni.
L’ex ad di Exxon Mobil ha scelto un profilo particolarmente basso dalla sua entrata in carica lo scorso 2 febbraio: ha parlato in pubblico soltanto tre volte e non ha mai tenuto una conferenza stampa né risposto alle domande dei giornalisti in occasione degli incontri con i suoi omologhi stranieri.

leggi...
Presentata una bozza di legge per punire siti e social network che non le cancellano

Bufale: in Germania multe fino a 50 milioni

Angela Merkel

Angela Merkel

bufaleROMA – La Germania si appresta a varare il più severo giro di vite da parte di un paese europeo contro i social network. Il governo tedesco ha infatti presentato una bozza di legge che impone multe fino a 50 milioni di euro alle piattaforme che dovessero non cancellare i discorsi di incitamento all’odio o le fake news (le bufale che, con motivi

leggi...
A 100 anni dal primo numero, il 13 marzo 1917, è in edicola con 70mila copie

Izvestia: il giornale di Lenin è ancora vivo

Lenin

MOSCA (Russia) – A Pietroburgo il vento della protesta gonfiava le vele dei rivoluzionari. Lo zar lasciava la capitale e l’impero entrava nella sua fase finale. È proprio in una di quelle notti che un manipolo di bolscevichi – fra cui Lenin –

leggi...
design   emme21