Gli stipendi non pagati vanno da 5 a 11 mensilità e l’azienda minaccia i licenziamenti

Giornalisti di Telesanterno in sciopero

TelesanternoCASTELMAGGIORE (Bologna) – Giornalisti di GTV-Telesanterno e Publivideo 2 in sciopero “preso atto delle mancate risposte da parte aziendale sul pagamento degli stipendi in arretrato da 5 fino a 11 mensilità, dell’indisponibilità manifestata ad incontrare le organizzazioni sindacali, dell’effettiva erogazione, nelle ultime settimane, del contributo ministeriale 2015 per oltre 250 mila euro, della fantomatica ricerca di nuovi soci mai arrivati, valutando anche la grave decisione di licenziare per giustificato motivo oggettivo un lavoratore di un settore strategico per la raccolta pubblicitaria”.
L’Assemblea dei giornalisti di GTV-Telesanterno

leggi...
Riflessioni e prospettive del presidente dell’Odg Emilia Romagna, Giovanni Rossi

Riforma Odg, c’è ancora molta strada da fare

Giovanni Rossi

Giovanni Rossi

BOLOGNA – Quest’anno la vita dell’Ordine dei giornalisti è stata caratterizzata dal rinnovo dei suoi organi di autogoverno. Le elezioni di ottobre hanno fatto seguito a ben due proroghe del mandato precedente ed hanno visto

leggi...
Tutto ok dopo la protesta di Odg e Assostampa e l’incontro con direttore ed editore

I carabinieri hanno discriminato Estense.com

Giovanni Rossi

Giovanni Rossi

Estense.comFERRARA – “I media possono essere criticati così come possono criticare. Ma farli oggetto di discriminazione, escluderli dal flusso delle notizie, dall’invio di comunicati o dalle conferenze stampa perché si sono permessi di fare considerazioni scomode non è accettabile”. Lo affermano il presidente dell’Ordine dei giornalisti dell’Emilia Romagna, Giovanni Rossi, il presidente dell’Associazione della Stampa Emilia Romagna, Serena Bersani, e il presidente dell’Assostampa Ferrara Riccardo Forni denunciando quanto

leggi...
Ai riconfermati Damiani, Naccari e Raschi si aggiunge Moroni

Il Resto del Carlino: eletto il nuovo Cdr

Roberto Damiani

Roberto Damiani

BOLOGNA – Nuovo Comitato di redazione al Resto del Carlino: sono stati eletti i giornalisti Roberto Damiani, Lorenzo Moroni, Antonio Matteo Naccari e Monica Raschi.
Moroni, capocronista della redazione di Macerata, entra per la prima volta nel Cdr, mentre per Roberto Damiani, redattore della redazione di Pesaro, consigliere nazionale della Federazione della Stampa, si tratta di una conferma, così come per Naccari e Raschi, che lavorano rispettivamente nelle redazioni della Poligrafici Editoriale di

leggi...
“Dopo 10 anni a Marco Madonia e Pierpaolo Velonà viene negato anche il co.co.co.”

Corriere di Bologna: tagliati fuori due giornalisti

Corriere bolognaBOLOGNA – «Nonostante i ripetuti tentativi fatti nei mesi scorsi per aprire un confronto sulla stabilizzazione dei due colleghi Marco Madonia e Pierpaolo Velonà, e nonostante le forme di protesta messe in atto nelle scorse settimane

leggi...
Fino al 7 gennaio una mostra fotografica dedicata all’editore e produttore milanese

Brescello, il cuore e il genio di Angelo Rizzoli

Angelo Rizzoli bacia una giovanissima Oriana Fallaci

Angelo Rizzoli (1889-1970) bacia una giovanissima Oriana Fallaci

BRESCELLO (Reggio Emilia) – Dopo 6 anni dalla prima esposizione, la Fondazione “Paese di Don Camillo e Peppone” ha pensato di riproporre al pubblico, ai visitatori, agli amanti del cinema, la mostra fotografica dedicata

leggi...
Rossi (Odg): “Fare bene il nostro lavoro è pericoloso anche in Emilia Romagna”

Reggio Emilia: minacciata Francesca Chilloni

Francesca Chilloni

Francesca Chilloni

BOLOGNA – «Piena solidarietà alla collega Francesca Chilloni, collaboratrice della Voce di Reggio Emilia e di Reggiosera.it, fatta oggetto di minacce di morte perché svolge il suo lavoro con impegno e serietà».
È quanto dichiara il presidente dell’Ordine dei giornalisti dell’Emilia Romagna, Giovanni Rossi, intervenendo a sostegno della collega, “pesantemente minacciata per ben due volte, – riporta la redazione di Reggiosera.it – nel giro di pochi giorni, per aver semplicemente fatto il suo mestiere. La prima venerdì mattina, a Reggiolo, sul luogo dove è avvenuto l’omicidio di Francesco Citro e la seconda stamattina, a Cadelbosco Sotto, dove stava raccogliendo informazioni per conto de La Voce di Reggio, per cui scrive oltre al nostro giornale, sull’auto bruciata in via Landi”.
«Ancora una volta – prosegue Giovanni Rossi – dobbiamo constatare che svolgere con scrupolo il lavoro di giornalista comporta, anche nella nostra

leggi...
Bruno Simili confermato vice. Eletto dall’Assemblea il nuovo Comitato di direzione

Mario Ricciardi direttore della rivista Il Mulino

Mario Ricciardi

Mario Ricciardi

BOLOGNA – È Mario Ricciardi il nuovo direttore della rivista Il Mulino. L’Assemblea dei soci dell’Associazione ha, inoltre, eletto all’unanimità per il triennio 2018-2020 il Comitato di direzione della rivista. Ne fanno parte Massimo Livi Bacci, Paolo Pombeni, Mario Ricciardi, Carlo Trigilia e Gianfranco Viesti. Bruno Simili è stato confermato nel ruolo di vicedirettore.
Mario Ricciardi, 50 anni, è docente di Filosofia del diritto nel Dipartimento “Cesare Beccaria” dell’Università di Milano e insegna Legal Theory all’Università Luiss – Guido Carli di Roma. Ha lavorato alla University of Manchester e la Queen’s University di Belfast. Socio dell’Associazione il Mulino, Mario Ricciardi fa parte della

leggi...
Sarà la Poligrafici Printing a stampare il giornale: Aser preoccupata per gli 11 lavoratori

Gazzetta di Parma: che fine faranno i poligrafici?

Il Centro Stampa della Gazzetta di Parma

BOLOGNA – Una “forte preoccupazione per la vertenza che vede coinvolti gli undici lavoratori poligrafici della Gazzetta di Parma dopo l’annuncio da parte della proprietà di chiudere lo stabilimento tipografico di Parma per trasferire la stampa del quotidiano alla Poligrafici Printing di Bologna”,  società che fa capo al gruppo Poligrafici Editoriale – Monrif, editore di QN, Il Resto del

leggi...
All’ospedale di Parma anche un siciliano che non ha mai sentito parlare della mafia

La figlia di Riina vuole denunciare i giornalisti

Maria Concetta Riina oggi davanti all’Ospedale di Parma

Maria Concetta Riina oggi davanti all’Ospedale di Parma

PARMA – La figlia del boss Riina minaccia denuncia nei confronti dei cronisti. È successo oggi a Parma quando Maria Concetta Riina, prima di quattro figli del capo di Cosa nostra Totò, si è recata all’ospedale per andare dal padre

leggi...
design   emme21