Lorusso ai Cdr: «Pronti a reagire se il Governo non darà risposte convincenti»

Agenzie di stampa: la Fnsi suona la sveglia a Lotti

Raffaele Lorusso

Raffaele Lorusso

ROMA – I vertici della Fnsi hanno incontrato, questa mattina a Roma, i comitati della redazione delle agenzie di stampa. Al centro della riunione, la situazione del settore, sempre più difficile, alla vigilia della definizione da parte del governo dei contratti di servizio con le agenzie.
Cdr e sindacato dei giornalisti esprimono “preoccupazione per le incertezze e le esitazioni del Governo nella messa a punto delle regole per l’accesso ai servizi. Il rispetto delle norme sulla concorrenza non può tradursi nella chiusura di attività e nella distruzione di posti di lavoro. Per questo, la definizione delle regole non può non tenere conto della specificità del settore

leggi...
Le associate Fieg incontrano il ministro Lotti sui nuovi criteri dei contratti di servizio

Agenzie di stampa: si pensa al bando di gara

Fieg

Luca Lotti

Luca Lotti

ROMA – Si è tenuto ieri a Palazzo Chigi l’incontro tra il Ministro per lo Sport e delega in materia informazione e comunicazioni del Governo, editoria e anniversari di interesse nazionali, Luca Lotti, e le agenzie di stampa nazionali per l’individuazione dei nuovi criteri per la stipula dei contratti di servizio – a partire dalla seconda metà del 2017 – con la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Le agenzie di stampa hanno apprezzato la presenza del ministro

leggi...
I tre redattori di Torino del Giornale del Piemonte senza stipendio da ottobre

Non pagati, i giornalisti gettano la spugna

giornale-del-piemonteTORINO – Si è conclusa con una scelta dolorosa, quanto inevitabile, l’avventura dei tre giornalisti della redazione di Torino del “Giornale del Piemonte”. Gli ultimi superstiti di una realtà nata diciassette anni fa e che in passato aveva contato su ben altri numeri hanno, infatti, rassegnato le dimissioni per giusta causa.
A darne ’annuncio è stata l’Associazione Stampa Subalpina denunciando, così, “l’epilogo di una vicenda iniziata a ottobre, quando l’azienda, senza fornire alcuna spiegazione, aveva sospeso il pagamento degli stipendi dopo che da oltre quattro anni aveva già interrotto il versamento di quanto dovuto al Fondo di Previdenza Complementare dei Giornalisti”.

leggi...
Nuova offerta cartacea di contenuti di pregio e innovativa piattaforma web

Il Sole 24 Ore: il Piano industriale del rilancio

Il Sole 24 OreMILANO – Il Consiglio di Amministrazione de Il Sole 24 Ore, riunitosi sotto la presidenza di Giorgio Fossa, ha approvato il Piano Industriale 2017-2010 e rinviato ad una successiva seduta l’eventuale aumento di capitale. I

leggi...
Il crac dell’ex Ccf ed i contributi pubblici per l’editoria elargiti a coop “fittizie”

Processo Verdini: “Prestiti non beneficenza”

Denis Verdini

Denis Verdini

FIRENZE – I prestiti di cui beneficiarono le aziende come la società di costruzioni Btp, dal Credito Cooperativo Fiorentino, all’epoca presieduto da Denis Verdini, non furono “per compiacere un amico, come se la banca fosse un ente di beneficenza”, ma prestiti a società con “cospicui patrimoni e assolutamente affidabili”.
Così, l’avvocato Alessandro Traversi ha replicato alle richieste di condanna per l’imprenditore pratese Riccardo Fusi, il manager già condannato a due anni, in via definitiva, per l’appalto della Scuola Marescialli di Firenze e la famosa “cricca”.

leggi...
Dopo il via libera alla riforma sono necessari i decreti della legge sull’editoria

Inpgi, adesso il Governo faccia la sua parte

Raffaele Lorusso

Raffaele Lorusso

ROMA – Il via libera dei ministeri alla manovra di riequilibrio approvata dal cda nel settembre scorso rappresenta un momento di chiarezza sul futuro dell’Inpgi, smentendo i profeti di sventura che si esercitano sulle sorti dell’Istituto. L’auspicio è che il Governo utilizzi la severità con cui ha preteso l’inasprimento delle regole dell’Inpgi, a cominciare dall’età pensionabile, per definire i criteri di accesso delle aziende editoriali agli stati di crisi e agli ammortizzatori sociali.
Non è più pensabile che l’Inpgi venga utilizzato come un bancomat dagli editori, in un quadro generale caratterizzato da un Governo sostanzialmente disinteressato ai problemi del precariato dilagante e del

leggi...
Il Cdr dopo la ricapitalizzazione della società che ne scongiura la liquidazione

L’Unità è viva, ma non ancora salva

l’UnitàROMA – “L’Unità è viva, ma non è ancora salva”. Lo scrive il Cdr del quotidiano fondato da Antonio Gramsci e oggi diretto da Sergio Staino sottolineando “abbiamo appreso con soddisfazione” che l’assemblea dei soci dell’azienda ha deciso la ricapitalizzazione “che al momento scongiura la liquidazione e porterà ad una modifica degli assetti societari con la diminuzione della quota azionaria in capo alla fondazione Eyu del Partito Democratico”.
Viene ritenuto “molto positivo” anche il fatto che, “dopo la lunga battaglia condotta in prima fila dalla redazione del quotidiano”, la

leggi...
Concreta ipotesi di trasferimento. L’assemblea dei Cdr proclama 3 giorni di sciopero

Mediaset come Sky: fuga da Roma per Milano

MediasetROMA – “Un pacchetto di tre giorni di sciopero contro l’ipotesi di ridimensionamento del centro produttivo Mediaset di Roma Palatino e il conseguente trasferimento del personale a Milano. Dopo Sky, dunque, tocca a Mediaset fare i conti con l’idea di abbandonare la Capitale per concentrare la produzione a Milano.
Ad affidarlo ai Comitati di redazione del Tg5 e delle redazioni romane di News Mediaset, Tgcom24 e Videonews, sono stati i giornalisti riuniti in assemblea congiunta per confrontarsi sull’attuale situazione e sulle

leggi...
L’azienda apre il confronto con il sindacato e i giornalisti sospendono lo sciopero

Radio Sportiva, contratti da regolarizzare

Radio SportivaPRATO – L’Associazione Stampa Toscana e la Priverno srl, editrice di Radio Sportiva, informano congiuntamente che questa mattina si è aperto un tavolo di trattativa volto alla risoluzione della vertenza in atto. Il tavolo proseguirà nei prossimi giorni, anche presso sedi istituzionali, con l’intesa di pervenire ad una conclusione favorevole nel minor tempo possibile.
La Redazione di Radio Sportiva, preso atto di tale nuovo scenario, dichiara di sospendere lo sciopero in atto sino alla conclusione del confronto. Conseguentemente, da domani, sabato 18 febbraio, Radio Sportiva riprenderà regolarmente l’abituale programmazione delle

leggi...
Non può eccedere il 50 per cento dell’ammontare complessivo dei ricavi

Editoria, aumenta il tetto dei contributi

rotativaROMA – Aumenta il tetto dei contributi pubblici alle imprese editrici. Un emendamento al decreto milleproroghe approvato dalla Commissione Affari costituzionali del Senato prevede che il contributo pubblico massimo liquidabile a ciascuna impresa editrice non può eccedere il 50 per cento dell’ammontare complessivo dei ricavi riferiti alla testata per cui si chiede il contributo.
La norma vigente prevedeva che l’ammontare complessivo doveva calcolarsi “al netto del contributo”, ma la modifica introdotta prevede la soppressione di tale previsione. Viene, inoltre, previsto che la nuova disciplina entri in vigore nell’esercizio successivo a

leggi...
design   emme21