Il giornalista Matthew Capuana Galizia: “Mia madre uccisa per le sue denunce”

“Malta è uno Stato mafioso”

Matthew Capuana Galizia e la madre Daphne

Matthew Capuana Galizia e la madre Daphne

LA VALLETTA (Malta) – «Mia madre è stata assassinata perché si è trovata tra la legge e coloro che cercano di violarla, come molti altri giornalisti coraggiosi. Ma è stata colpita anche perché era l’unica a farlo. Ecco cosa accade

leggi...
Partendo dai Panama Papers scoprì e rivelò gli illeciti finanziari della signora Muscat

Malta: su cosa indagava Daphne Caruana Galizia

Daphne Caruana Galizia

Daphne Caruana Galizia

LA VALLETTA (Malta) – Una potente esplosione, e la macchina che viene scagliata fuori strada. Tanto è servito a fermare Daphne Caruana Galizia, la giornalista d’inchiesta maltese morta il 16 ottobre alle 3 del pomeriggio

leggi...
Daphne Caruana Galizia denunciava la corruzione e aveva lavorato sui Malta Files

Malta: bomba sulla sua auto, uccisa giornalista

Daphne Caruana Galizia

Daphne Caruana Galizia

LA VALLETTA (Malta) – Una giornalista che denunciava la corruzione a Malta, Daphne Caruana Galizia, 53 anni, è morta, intorno alle 15 di oggi, nell’esplosione della sua auto, una Peugeot 208, a Bidnija, a pochi passi dalla sua

leggi...
Ecco le motivazioni della sentenza: “Le prove non superano il ragionevole dubbio”

Ricatto in Molise, Petescia: “Siamo parti offese”

Manuela Petscia

Manuela Petscia

CAMPOBASSO – Le prove del presunto ricatto al presidente della Regione Molise, Paolo Frattura non “superano il ragionevole dubbio”. È uno dei passaggi delle motivazioni della sentenza depositata dal Gup di Bari, Antonio Diella, in merito al procedimento penale nato da una denuncia di Frattura e del suo legale, Salvatore Di Pardo, contro il direttore dell’emittente Telemolise, Manuela Petescia, e l’ex sostituto della Procura di Campobasso, Fabio Papa, accusati di tentata estorsione e tentata concussione, falso e abuso. Nella

leggi...
Al processo di Ragusa la testimonianza del giornalista. Ritrovate anche due molotov

Mafia, Lauretta a Borrometi: “Ti mangio il cuore”

Paolo Borrometi

Paolo Borrometi

RAGUSA –  Con le domande del pm della direzione distrettuale antimafia, Valentina Sincero, si è tenuta a Ragusa l’udienza del processo contro il pregiudicato Venerando Lauretta, accusato di aver minacciato di morte il giornalista Paolo Borrometi, direttore del sito Laspia.it e collaboratore dell’Agi.
Le minacce – ha denunciato il giornalista – e il terrore provocato “mi accompagnano ogni giorno e non c’è momento in cui quella paura viene meno, ho la stessa paura per i miei familiari”. Tutto comincia con un articolo su Laspia il 7 aprile del 2013, una inchiesta giornalistica che riferiva di Venerando Lauretta, come socio occulto in

leggi...
Lontani dall’udienza al tribunale di Arezzo. Protestano Odg e Assostampa Toscana

Crac di Banca Etruria, confinati i giornalisti

Banca EtruriaAREZZO – Nel corso dell’udienza preliminare di stamani per il processo del crac di Banca Etruria, il Tribunale di Arezzo ha «confinato i giornalisti al di fuori del perimetro del Tribunale. Non solo a distanza dal luogo dell’udienza,

leggi...
Due anni e un mese alla reporter del Wall Street Journal condannata in contumacia

Turchia: carcere per la giornalista Ayla Albayrak

Ayla Albayrak

Ayla Albayrak

ANKARA (Turchia) – La giornalista del “Wall Street Journal” Ayla Albayrak è stata condannata da un tribunale turco a 2 anni e un mese di carcere per “propaganda terroristica” in favore dei militanti del Partito dei lavoratori del Kurdistan

leggi...
Il fotoreporter Edgar Daniel Esqueda Castro trovato con le mani legate alla schiena

Giornalista torturato a morte in Messico

Edgar Daniel Esqueda Castro

Edgar Daniel Esqueda Castro

SAN LUIS POTOSI’ (Messico) – Il fotoreporter  Edgar Daniel Esqueda Castro, collaboratore del quotidiano Vox Populi, è stato torturato e assassinato a San Luis Potosí, capoluogo dell’omonimo Stato a 417 chilometri a nord-

leggi...
Per l’omicidio della giornalista svedese resta in carcere l’inventore Peter Madsen

Ritrovata la testa decapitata di Kim Wall

Kim Wall e il suo presunto assassino Peter Madsen

Kim Wall e il suo presunto assassino Peter Madsen

COPENAGHEN (Danimarca) – Orrore nell’orrore: è stata ritrovata la testa decapitata di Kim Wall, la giornalista svedese di 30 anni scomparsa il 10 agosto dopo essersi imbarcata sul sottomarino dell’inventore danese Peter

leggi...
Mentre stava realizzando un servizio su case Aterp nel centro storico di Rossano (Cs)

Danni all’auto della giornalista Antonia Russo

Antonia Russo

Antonia Russo

ROSSANO (Cosenza) – Stava realizzando un’inchiesta sul fenomeno delle occupazioni abusive di fabbricati di proprietà Aterp nel centro storico di Rossano, in provincia di Cosenza, e, tornando a riprendere l’auto, la brutta sorpresa: la vettura era stata pesantemente danneggiata.
È accaduto nella tarda mattinata di ieri alla giornalista Antonia Russo, che si era recata, insieme alla troupe di Informazione & Comunicazione, la testata per la quale la cronista lavora, nelle zone di San Pietro, San Biagio, Colonia Sant’Isidoro e Via Cairoli, nel centro storico

leggi...
design   emme21