Ribaltata la sentenza di primo grado che lo condannava a 3 anni e mezzo di carcere

Bancarotta: Emilio Fede assolto in appello

Emilio Fede

Emilio Fede

MILANO – La Corte d’Appello di Milano ha assolto Emilio Fede dall’accusa di concorso in bancarotta fraudolenta con Lele Mora (che ha già patteggiato), ribaltando così la sentenza con cui l’ex direttore del Tg4, in primo grado, era stato

leggi...
È la condanna inflitta all’egiziano Ismail al Iskandarani, arrestato nel 2015

“Minaccia la sicurezza”: 10 anni al giornalista

Ismail al Iskandarani

Ismail al Iskandarani in tribunale

IL CAIRO (Egitto) – Il ricercatore e giornalista investigativo egiziano Ismail al Iskandarani è stato condannato oggi da un tribunale militare dell’Egitto a 10 anni di prigione per appartenenza a un gruppo fuorilegge e per la pubblicazione

leggi...
Singolare invito ad una “passeggiata” della sicurezza. La Fnsi si rivolge al Viminale

Forza Nuova minaccia i giornali di Parma

Il proclama contro la Repubblica e L’Espresso

Il proclama di Forza Nuova contro la Repubblica e L’Espresso, nel dicembre scorso a Roma

PARMA – «Aspettiamo una vostra risposta, nel caso contrario provvederemo ad organizzare dei presidi sotto le vostre sedi». Questa l’e-mail ricevuta, ieri, da alcune redazioni giornalistiche di Parma invitate da Forza Nuova ad

leggi...
Il magistrato Nicolò Marino denuncia “silenzio e omissioni” di uno “Stato incapace”

“Giornalisti controllati dal sistema Montante”

Nicolò Marino

Nicolò Marino

CALTANISSETTA – «Leggendo gli atti redatti dai magistrati nisseni, pubblicati sui quotidiani, vien fuori dei suoi organi al vertice: e su tutto questo il “silenzio”». Lo afferma il magistrato Nicolò Marino, ex assessore regionale all’Energia della giunta Crocetta, parte lesa nell’inchiesta della Procura di Caltanissetta sul cosiddetto “sistema Montante”.
«Qui non si tratta delle

leggi...
Ex marito della giornalista Adriana Duran era stato sequestrato a scopo di rapina

Costa Rica, trovato morto Stefano Calandrelli

Stefano Calandrelli e Adriana Duran

Stefano Calandrelli e Adriana Duran

SAN JOSÈ (Costa Rica) – È morto Stefano Calandrelli, 51 anni, il romano residente a San Josè, in Costa Rica, scomparso da una settimana. Lo riferiscono al quotidiano La Nacion le autorità giudiziarie del Costa Rica, spiegando che la polizia ha trovato il cadavere dell’uomo sotto un ponte sul fiume Sucio, sull’autostrada Braulio Carrillo, che unisce la capitale a Limòn. L’uomo è stato probabilmente sequestrato e ucciso a scopo di rapina.
Calandrelli, 51 anni, ex marito

leggi...
Per fare luce sulla “rete tentacolare” che ha tentato di coinvolgere giornalisti e giornali

Caso Montante, Odg Sicilia al fianco della Dda

Giulio Francese

Giulio Francese

PALERMO – L’Ordine dei giornalisti di Sicilia, preso atto delle vicende connesse al cosiddetto “caso Montante”, relative ai rapporti tra l’imprenditore arrestato e alcuni giornalisti, ha deciso di trasmettere alla Procura della

leggi...
Cdr, Odg, Sga, Fnsi e sen. Di Nicola al fianco di Lambertini contro il sen. D‘Alfonso

Il Centro: cronista “intimidito”, bufera in Abruzzo

Da sinistra: il giornalista de Il Centro, Pietro Lambertini

Da sinistra: il giornalista de Il Centro, Pietro Lambertini, e il sen. Luciano D‘Alfonso, presidente della Regione Abruzzo

PESCARA – «È con indignazione che il Comitato di redazione del quotidiano il Centro, il Sindacato giornalisti abruzzesi e l’Ordine dei giornalisti d’Abruzzo hanno appreso il contenuto del colloquio telefonico avvenuto

leggi...
Imputato per il titolo su Libero dopo strage di Parigi contro il giornale Charlie Hebdo

Offese all’Islam, Belpietro: “Ho fatto il giornalista”

La prima pagina di Libero

La prima pagina di Libero dell’8 gennaio 2015 e Maurizio Belpietro

MILANO – “Con quel titolo non volevo offendere nessuno, ma aprire una discussione, un dibattito. Non è questo, in fondo, il mestiere di giornalista?”. Si è difeso così, rendendo dichiarazioni spontanee, il giornalista

leggi...
L’imprenditore aveva chiesto al cronista 100mila euro. Ne dovrà pagare 10mila

Non diffamò Montante: assolto Marco Benanti

Marco Benanti

Marco Benanti

CATANIA – Il Gruppo Siciliano dell’Unci, presieduto da Andrea Tuttoilmondo, esprime “soddisfazione” per la decisione della Terza Sezione del Tribunale civile di Catania che ha ritenuto non sussistere per il giornalista Marco Benanti l’accusa di diffamazione nei confronti dell’ex presidente di Confindustria Sicilia, Antonello Montante.
I giudici hanno condannato Montante a risarcire la parcella dell’avvocato del cronista, Giuseppe Arnone, pari a 10mila euro. Montante, assistito dall’avvocato Alfredo Galasso, aveva chiesto un risarcimento di 100mila euro sostenendo di essere stato diffamato da alcuni articoli, pubblicati dal quotidiano on-line “Le iene sicule” diretto da Benanti, riguardanti i suoi rapporti con

leggi...
Il 6 luglio il processo. Famiglia del fotoreporter ed Fnsi si sono costituiti parte civile

Omicidio Rocchelli: rinviato a giudizio Markiv

Andrea Rocchelli (a destra) e Andrei Mironov

Andrea Rocchelli (a destra) e Andrei Mironov

PAVIA – È stato rinviato a giudizio Vitaly Markiv, il 29enne ucraino accusato dell’omicidio del fotoreporter pavese Andy Rocchelli e del tentato omicidio del giornalista francese William Raguelom. Nell’agguato, avvenuto il 24 maggio

leggi...
design   emme21