Dopo il licenziamento di 14 poligrafici, i giornalisti temono carichi di lavoro impossibili

Il Mattino in sciopero, domani non esce

Il Mattino di NapoliNAPOLI – I giornalisti del quotidiano Il Mattino di Napoli sono in sciopero, fino alle ore 9 di domani, domenica 18 giugno, a seguito del licenziamento di quattro poligrafici che vanno, così, ad aggiungersi agli altri dieci lavoratori già mandati a casa dal Gruppo Caltagirone nel corso dell’ultimo anno.
“Saranno inevitabili – afferma, infatti, il Comitato di redazione – anche le ripercussioni sul lavoro della redazione, già oberata da carichi ormai difficilmente sostenibili e che sta affrontando un doloroso percorso di ammortizzatori sociali dal marzo del 2015”.
Nel proclamare la giornata di sciopero che

leggi...
Il Cdr: “Debiti non saldati, niente stipendi, no alla mediazione sindacale”

L’Unità: “Ostaggi di un’azienda che non paga”

unitàROMA – «Siamo ostaggi. Non c’è altro modo per definire la assurda e drammatica condizione in cui versano da settimane i lavoratori de l’Unità. Ostaggi di una azienda che ha di fatto sospeso le pubblicazioni, non avendo provveduto a saldare i debiti con lo stampatore che ha fermato le rotative, ma che non ne dà comunicazione ufficiale chiedendo l’attivazione della cassintegrazione». Lo sottolinea il Cdr dell’Unità in una nota.
I giornalisti si dicono ostaggi anche «di una proprietà che non paga gli stipendi ma non provvede a garantire gli ammortizzatori sociali e rifiuta qualsiasi tentativo di mediazione sindacale esperito al tavolo con la Federazione Nazionale della Stampa e Stampa Romana. Ostaggi di un azionista di maggioranza – prosegue la nota – la Piesse di Guido Stefanelli e Massimo Pessina, che rifiuta qualsiasi confronto per uscire da una situazione kafkiana che loro stessi hanno creato avendo

leggi...
L’assemblea dei redattori si affida a Ciro Esposito, Giulio Garau e Fabio Dorigo

Il Piccolo: eletto il Comitato di redazione

Il PiccoloTRIESTE – Eletto il Comitato di redazione de Il Piccolo, il quotidiano di Trieste edito dal Gruppo Finegil Editoriale spa. Dei 33 aventi diritto al voto, hanno votato 27 giornalisti, accordando la loro fiducia a Ciro Esposito (10 voti), Giulio Garau (8 voti), Fabio Dorigo (7 voti) e Matteo Contessa (3 voti). Cinque le schede bianche e quattro le nulle.
La Commissione elettorale, formata dai giornalisti Roberto Degrassi e Giuseppe Palladini, al termine dello spoglio pubblico delle schede, ha

leggi...
Nuova bufera sul direttore in aspettativa non retribuita: “Ha mentito sulle note spese”

Cdr Il Sole 24 Ore: “Licenziate Napoletano”

Roberto Napoletano

Roberto Napoletano

MILANO – Il Comitato di redazione del quotidiano Il Sole 24 Ore ha chiesto all’azienda di “procedere con la massima urgenza all’interruzione del rapporto di lavoro” del direttore in aspettativa non retribuita Roberto

leggi...
Surreale incontro in sede Fnsi con Stefanelli che lascia il tavolo senza dare risposte

l’Unità nel caos, lo sciopero continua

l’UnitàROMA – Surreale incontro, a Roma nella sala “Walter Tobagi” della Fnsi, in Corso Vittorio Emanuele II, tra la Federazione Nazionale della Stampa Italiana con una delegazione guidata dal segretario generale Raffaele Lorusso, l’Associazione Stampa Romana, il Comitato di redazione del quotidiano l’Unità ed i rappresentanti della società editrice.
A fronte di una proposta di buonsenso avanzata al tavolo dalla Fnsi, volta a tutelare i diritti dei lavoratori, garantire il futuro dell’azienda e chiudere in maniera condivisa una trattativa difficile e complessa, i rappresentanti dell’Unità Srl, a partire dall’amministratore delegato

leggi...
Il 28 giugno i soci deliberano su bilanci e remunerazioni. I Cdr bacchettano Boccia

Il Sole 24 Ore, nubi in vista dell’Assemblea

il-sole-24-oreMILANO – Aria di tempesta al Gruppo Il Sole 24 Ore spa in vista dell’Assemblea ordinaria e straordinaria che il presidente Giorgio Fossa ha convocato per il prossimo 28 giugno alle ore 10.30 nella sede milanese di via Monte

leggi...
I giornalisti “fiduciosi” nell’appello di Bergoglio all’azienda durante il Regina Coeli

Tg 5, il Cdr: “Grazie di cuore Papa Francesco”

TG5

ROMA – “Grazie di cuore Papa Francesco. Padre Santo, le Sue parole sono per tutti noi di grande conforto. Siamo fiduciosi che il Suo speciale appello possa contribuire a suggerire le scelte migliori”. I giornalisti del Tg5, delle redazioni romane di News Mediaset e Video News insieme ai tecnici e agli impiegati del Centro di produzione Palatino ringraziano il Pontefice per le parole pronunciate domenica a San Pietro in occasione del Regina Coeli e che ancora una volta mettono al centro il mondo del lavoro.

leggi...
Dopo l’incontro con la Fnsi ritirata procedura di mobilità che salva sette giornalisti

Scongiurati i licenziamenti a La Città di Salerno

la-cittaSALERNO – La società Edizioni Salernitane srl, editrice del quotidiano La Città di Salerno, ha ritirato la procedura di mobilità e il licenziamento di sette giornalisti grazie all’accordo sottoscritto con il Cdr assistito dalla delegazione guidata dal segretario generale della Fnsi, Raffaele Lorusso.
L’intesa raggiunta consentirà il mantenimento dei livelli occupazionali, con una riduzione dei costi, senza il ricorso agli ammortizzatori sociali, per far fronte alle criticità di bilancio della società e per potenziare la presenza e la diffusione del giornale nella provincia di

leggi...
La Piesse ringrazia il direttore rientrante, ma il Cdr ammonisce: “La lotta non è finita”

Stipendi pagati, l’Unità torna in edicola con Staino

l’Unità

Sergio Staino

Sergio Staino

ROMA – Da oggi, giovedì 25 maggio, l’Unità torna in edicola nuovamente diretta da Sergio Staino. a società editrice La Piesse “ringrazia Sergio Staino per aver accettato di ritornare alla direzione del giornale, confidando nel suo prezioso contributo per il ripristino di un tavolo di confronto aziendale e sindacale per dipanare i nodi relativi al piano di ristrutturazione e rilancio de l’Unità”. Sul ritardo nel

leggi...
“Noi giornalisti Rai pronti a discutere di riforme, contratto e web”. Sciopero l’8 giugno

Rai, i Cdr: “Azienda alla deriva per guerre interne”

Antonio Campo Dall’Orto

Antonio Campo Dall’Orto

ROMA – “L’assemblea dei Cdr e dei fiduciari delle giornaliste e dei giornalisti della Rai riunita ad Assisi, ritiene gravissima la situazione in cui questo vertice aziendale (Direttore Generale, Consiglio d’Amministrazione e Presidente) in maniera irresponsabile sta facendo precipitare la Rai Servizio Pubblico”.
Lo scrive, in un documento approvato all’unanimità, l’assemblea dei Comitati di redazione e dei fiduciari dei

leggi...
design   emme21