Carlo Parisi (Fnsi): “Ennesimo, vile, tentativo di imbavagliare la vera informazione”

Intimidazione alla giornalista Alessia Truzzolillo

Alessia Truzzolillo

Alessia Truzzolillo

LAMEZIA TERME (Catanzaro) – Una brutta domenica per la giornalista del Corriere della Calabria Alessia Truzzolillo. La collega lametina si è, infatti, vista recapitare, a casa dei genitori, una lettera stropicciata contenente l’ogiva di un proiettile. Sulla busta la scritta “Per Alessia”, ma all’interno nessun messaggio.
La lettera è stata lasciata, nella notte fra sabato e domenica, all’interno del giardino della casa dei genitori. La giornalista ha sporto denuncia ai carabinieri, che stanno indagando sull’inquietante avvertimento. Informata dell’accaduto, rivela il quotidiano online diretto da Paolo Pollichieni, anche la Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro e il procuratore Nicola Gratteri

leggi...
Il vicepresidente della Fondazione antimafia Scopelliti dovrà risarcire il giornalista

Pecora condannato per aver diffamato Pantano

Agostino Pantano

Agostino Pantano

REGGIO CALABRIA – Diritto di cronaca salvo, nella lunga vicenda che vedeva contrapposti in tribunale il giornalista Agostino Pantano e Giovanni Pecora, vicepresidente della fondazione antimafia Antonino Scopelliti.
La Corte d’Appello di Reggio Calabria, ribaltando la sentenza di primo grado del Tribunale di Palmi, ha condannato Pecora riconoscendo il suo reato di diffamazione ai danni del cronista costituito parte civile.
La vicenda della residenza della famiglia Pecora nel palazzo del boss di Polistena era scoppiata nel 2012, a seguito di un articolo di Pantano che all’epoca lavorava per il Corriere della Calabria. Da quell’inchiesta ne scaturì una veemente reazione contro il giornalista, specie su

leggi...
Ha votato il 57,32%. Carlo Parisi (Fnsi): “Premiato il servizio nel settore della salute”

Elezioni Casagit: la nuova Consulta Calabria

La nuova Consulta della Casagit Calabria: Luisa Lombardo, Pier Paolo Cambareri, Antonietta Catanese e Rosario Stanizzi (delegato Sgc)

La nuova Consulta della Casagit Calabria: Luisa Lombardo, Pier Paolo Cambareri, Antonietta Catanese e Rosario Stanizzi

REGGIO CALABRIA – Luisa Lombardo e Pier Paolo Cambareri sono stati confermati delegati della Calabria all’Assemblea Nazionale della Casagit, la Cassa Autonoma di Assistenza Integrativa dei Giornalisti Italiani. Hanno

leggi...
Bilancio positivo per il Comitato regionale guidato da Rotta, Cileone e Santacroce

Corecom Calabria, realtà a tutela del cittadino

Il presidente del Corecom Calabria, Pino Rotta,

Il presidente del Corecom Calabria, Pino Rotta, nel corso della conferenza stampa a Palazzo Campanella

REGGIO CALABRIA – Bilancio più che positivo per il Corecom Calabria nel primo anno di attività della gestione affidata al presidente Pino Rotta al vicepresidente Massimiliano Cileone ed al segretario Frank Mario Santacroce.

leggi...
Nel volume del giornalista calabro-laziale l’esperienza di 50 anni da cronista di strada

“Il mestieraccio” raccontato da Franco Calabrò

Il mestieraccioROMA – Il mestiere più bello del mondo, quello del giornalista, alla fine è un “mestieraccio”, anche se poi non lo si cambierebbe per tutto l’oro del mondo.
Franco Calabrò, giornalista di lungo corso con l’esperienza di 50 anni da cronista di strada, spulciando dai suoi preziosi e riservatissimi taccuini traccia un affresco quanto mai suggestivo e affascinante del mestiere. Dagli scoop al lavoro di desk, dagli incontri agli scontri con persone, personaggi e luoghi che hanno lasciato il segno.
Ne esce fuori “Il mestieraccio” (Media&Books editore, pagine 224, euro 16, anche in e-book su Google Play e Amazon Kindle), un racconto palpitante e senza dubbio
 coinvolgente su com’è cambiato il lavoro di giornalista e quanto sia difficile, oggi più di ieri, fare questa professione che richiede ancora passione, dedizione e tanti sacrifici.
È una galleria di giovani giornalisti

leggi...
Ufficio Stampa di Reggio Calabria: accolto il ricorso del giornalista Massimo Calabrò

Abuso di contratti a termine: Comune condannato

Massimo Calabrò

Massimo Calabrò

Comune di Reggio CalabriaREGGIO CALABRIA – Il giudice del lavoro del Tribunale di Reggio Calabria ha accolto il ricorso del giornalista Massimo Calabrò condannando il Comune di Reggio Calabria per abuso di contratti a termine.
Calabrò, difeso dall’avvocato Rosella Macrì, dal 2002 al 2010 ha lavorato all’Ufficio Stampa del Comune di Reggio Calabria, con contratti di collaborazione autonoma, ma di fatto svolgendo sempre

leggi...
GiornalistitaliaTV sulla Giornata mondiale della libertà di stampa a Reggio Calabria: 24

Profazio: “Mimma Iorio assunta da mio cugino”


REGGIO CALABRIA – È dedicato allo “scoop” di colore del cantastorie giornalista Otello Profazio l’ultimo video, il 24°, di Giornalistitalia.it sulla XXIV Giornata mondiale della libertà di stampa organizzata dalla Fnsi il 3 maggio

leggi...
GiornalistitaliaTV sulla Giornata mondiale della libertà di stampa a Reggio Calabria: 23

Catelli (Fnsi): “In Calabria il sindacato è certezza”


REGGIO CALABRIA – “Ho sentito ripetere una frase importante: non c’è libertà di stampa senza tutele. Tutele che nascono dalla legge e principalmente dal contratto nazionale di lavoro giornalistico”. L’avvocato Giuseppe Catelli

leggi...
Oggi a Reggio Calabria la Relazione 2016 che lo pone ai primi posti del Paese

Corecom Calabria, un fiore all’occhiello

Corecom Calabria

Giuseppe Rotta

Giuseppe Rotta

REGGIO CALABRIA – La Relazione 2016 sulle attività svolte e sul sistema delle comunicazioni in Calabria sarà illustrata oggi, mercoledì 31 maggio, a Reggio Calabria, dal presidente del Corecom Calabria, Giuseppe Rotta, affiancato dai componenti Massimo Cileone e Frank Mario Santacroce.
L’appuntamento è fissato alle ore 10 nella sala Monteleone di Palazzo

leggi...
Dopo 8 mesi la sentenza a favore del giornalista Giuseppe Meduri non è stata onorata

Ufficio Stampa, condannata la Regione Calabria

Giuseppe Meduri

Giuseppe Meduri

Regione CalabriaCATANZARO – Il 23 settembre 2016 il Tribunale di Catanzaro ha condannato la Regione Calabria al pagamento delle indennità previste dal Contratto nazionale di lavoro giornalistico Fnsi-Fieg al giornalista Giuseppe Meduri, ma a distanza di 8 mesi la sentenza non è stata onorata, pertanto le spettanze dovute non

leggi...
design   emme21