Il cancelliere tedesco replica ad dittatore che chiede l’estradizione di 4500 turchi

La Merkel chiede ad Erdogan di liberare Yucel

Deniz Yucel

Deniz Yucel

Angela Merkel

Angela Merkel

ISTANBUL (Turchia) – Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan è tornato, per l’ennesima volta ad attaccare la Germania questa sera, durante un comizio nella città di Denizli. Obiettivo dell’attacco di Erdogan questa volta, il ministro degli Esteri e vicecancelliere tedesco

leggi...
“Non è solo un grave attacco alla libertà di stampa, ma denota la paura del regime”

Egitto: oscurato il sito di Reporter Senza Frontiere

Reporter senza frontiereROMA – C’è anche il sito internet di Reporter Senza Frontiere, ora, tra gli oltre 100 portali di informazione oscurati in Egitto. Lo denuncia la stessa organizzazione internazionale, spiegando che la scure della censura si è abbattuta sul sito di Rsf dal 14 agosto.
Il sito “è stato bloccato attraverso tutti i provider – denuncia Reporter Senza Frontiere – compresi Vodafone, Orange, Etisalat e Tedata. Bloccando il nostro sito, – incalza Rsf – l’Egitto si dimostra un Paese non democratico al pari

leggi...
Fanno parte dei 35 arrestati lo scorso 10 agosto. Tra loro anche nomi illustri

Turchia: carcere per 11 giornalisti “golpisti”

Il presidente turco Erdogan

Il presidente turco Erdogan

ISTANBUL (Turchia) – La procura di Istanbul ha emesso, ieri mattina, un ordine di detenzione nei confronti di 11 dei 35 giornalisti arrestati lo scorso 10 agosto (secondo l’agenzia di stampa turca Anadolu, due giornalisti sarebbero

leggi...
Per il governo Elias Karram avrebbe “una parte attiva” nel conflitto con la Palestina

Israele revoca l’accredito al capo di Al Jazeera

Elias Karram, capo corrispondente di Al Jazeera a Gerusalemme

Elias Karram, capo corrispondente di Al Jazeera a Gerusalemme

GERUSALEMME (Israele) – Il direttore dell’Ufficio stampa del governo israeliano, Nitzan Chen, ha revocato l’accredito al capo corrispondente in Israele di Al Jazeera, Elias Karram, in attesa che venga ascoltato su alcune

leggi...
Dopo il rilascio, da parte di Hamas, del giornalista Fouad Jarada legato all’Anp

Palestina: Anp rilascia i giornalisti di Hamas

Fouad Jarada

Fouad Jarada

GAZA (Palestina) – L’Autorità Nazionale Palestinese ha rimesso in libertà sette giornalisti palestinesi vicini ad Hamas arrestati, la settimana scorsa, con l’accusa di avere criticato il governo. Lo rende noto il sindacato palestinese della stampa. I cronisti, cui è stata comminata una multa di 100 diari, circa 1.200 euro, erano stati arrestati il 7 agosto in virtù di una legge voluta a giugno dal presidente Abu Mazen, denominata “legge sui crimini cibernetici” e utilizzata dalle autorità per chiudere una

leggi...
In Calabria alla cerimonia per il 26° dell’omicidio del giudice Scopelliti

Arriva il ministro, allontanati i giornalisti

Il giudice Antonino Scopelliti

Il giudice Antonino Scopelliti

Marco Minniti

Marco Minniti

VILLA SAN GIOVANNI (Reggio Calabria) – Spiacevole episodio, stamani nella frazione Piale di Villa San Giovanni, in provincia di Reggio Calabria, in occasione della cerimonia di commemorazione del 26° anniversario dell’omicidio del giudice Antonino Scopelliti, impegnato in Cassazione a sostenere l’accusa nel primo maxiprocesso a Cosa Nostra.

leggi...
Presto i sigilli agli uffici di Gerusalemme: l’accusa è di “fiancheggiamento”

Israele chiude al Jazeera: giornalisti “terroristi”

al JazeeraGERUSALEMME (Israele) – Israele si accinge a chiudere gli uffici di al Jazeera a Gerusalemme e a revocare le credenziali dei suoi giornalisti. Lo ha reso noto l’emittente precisando che l’annuncio è giunto domenica

leggi...
Il giornalista Gianluca Paolucci trattato come un criminale per una notizia pubblicabile

La Procura di Torino chiede scusa a La Stampa

Gianluca Paolucci

Gianluca Paolucci

TORINO – Sono stato indagato dalla procura di Torino per un reato che nessuno ha mai commesso. La mia casa e la redazione sono state perquisite, i miei strumenti di lavoro controllati, sequestrati o clonati. Il reato si chiama «violazione del segreto d’ufficio», è contestato a un pubblico ufficiale da individuare e a me in concorso ed è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni.
Quello che segue è il resoconto di quanto accaduto, partendo da due punti entrambi piuttosto inediti. Il primo è che indagine, perquisizioni e sequestri erano frutto di un errore, il secondo che la procura stessa lo ha riconosciuto chiedendo

leggi...
Lorusso (Fnsi) a Doha per la libertà di stampa: “Il giornalismo non è un crimine”

Giornalisti di tutto il mondo al fianco di Al Jazeera

I giornalisti di tutto il mondo a Doha

Raffaele Lorusso (terzo da destra) con i giornalisti di tutto il mondo nella sede di Al Jazeera a Doha

DOHA (Qatar) – “Il giornalismo non è un crimine. Non lo è in Turchia, dove tantissimi cronisti sono in carcere. Non lo è in Medio Oriente, dove è in atto il tentativo di ridimensionare Al Jazeera, costringendola a chiudere le sedi ed a

leggi...
Violenta repressione per sedare le proteste contro il pugno di ferro di Nicolás Maduro

No alla dittatura in Venezuela: feriti 7 giornalisti

Proteste a Caracas contro il golpe tentato da Maduro per istituire la dittatura in Venezuela

Proteste a Caracas contro il golpe tentato da Maduro per istituire la dittatura in Venezuela

CARACAS (Venezuela) – Sono almeno sette i giornalisti feriti dalla polizia e dalla guardia nazionale venezuelana nell’ambito della violenta repressione in corso a Caracas, in Venezuela, contro la decisione del capo dello Stato,

leggi...
design   emme21