Il presidente della Regione Puglia ricorda la lezione del giornalista assassinato a Cinisi

Con Peppino Impastato sentinelle della legalità

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, e Peppino Impastato, ucciso il 9 maggio

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, e Peppino Impastato, ucciso il 9 maggio 1978

BARI – Il 9 maggio di quarant’anni fa, mentre a Roma veniva ritrovato il corpo di Aldo Moro, assassinato dalle Br, la mafia a Cinisi ammazzava un giovane militante e giornalista, Peppino Impastato. Peppino, attraverso una piccola

leggi...
Il fratello Giovanni: “Per ricordarlo vogliamo coinvolgere la ‘Meglio Gioventù’”

9 maggio 1978: l’assassinio di Peppino Impastato

Peppino Impastato

Peppino Impastato

CINISI (Palermo) – Quarant’anni fa, il 9 maggio 1978, la mafia (con il nome di Vito Palazzolo e Gaetano Badalamenti) assassinava a Cinisi Peppino Impastato. Oggi, per ricordare il suo coraggio, la Casa Memoria dedicata

leggi...
Iniziata nel 1978 la storia del quotidiano, oggi targato Gedi, prosegue gloriosa

Il Mattino di Padova compie 40 anni: è festa!

Il Mattino di PadovaPADOVA – Il Mattino di Padova compie quarant’anni. Un bel traguardo per il quotidiano uscito per la prima volta in edicola il 28 marzo del 1978, pubblicato dall’editore Giorgio Mondadori. In prima pagina, il rapimento di Aldo Moro.

leggi...
In prima visione su Rai 3 il film documentario sui 55 giorni che sconvolsero l’Italia

“Il condannato”: Ezio Mauro racconta Aldo Moro

ROMA – A 40 anni dal feroce agguato all’allora presidente della Democrazia Cristiana e dal barbaro assassinio della sua scorta, la Rai ricorda Aldo Moro con un film documentario: “Il condannato – Cronaca di un sequestro”, firmato

leggi...
Tra i fondatori della Lombarda, è l’unico italiano insignito del Premio per la pace

Ernesto Teodoro Moneta, un giornalista da Nobel

Ernesto Teodoro Moneta

Ernesto Teodoro Moneta

ROMA – Ricorre oggi il centenario della morte di Ernesto Teodoro Moneta scomparso a Milano il 10 febbraio del 1918, all’età di 84 anni. Patriota risorgimentale e seguace di Garibaldi, Teodoro Moneta, assunse nel 1867 la direzione de Il Secolo, trasformandolo in breve tempo nel quotidiano, di orientamento radicale, più diffuso e autorevole del capoluogo lombardo.
Dopo aver passato il testimone a Carlo Romussi, nel 1895, fu costretto a riprendere la direzione de Il Secolo, a seguito della repressione nel sangue dei moti milanesi del maggio del 1898 per opera di Bava Beccaris, che aveva arrestato e mandato sotto processo i direttori e i redattori dei quotidiani lombardi radicali, repubblicani, socialisti e cattolici, accusati di essere stati gli istigatori e gli organizzatori di una insurrezione popolare, che in realtà non c’era mai stata. Furono arrestati e condannati a lunghi anni di reclusione Filippo Turati, Anna Kuliscioff, Carlo Romussi,

leggi...
Nel 1998 nascevano le due emittenti che danno voce e volto ai vescovi e alla Chiesa

Tv2000 e InBlu Radio: 20 anni grazie alla Cei

La squadra di Tv2000 e InBlu Radio

La squadra di Tv2000 e InBlu Radio

ROMA – Tv2000 e InBlu Radio compiono 20 anni. Era il 1998 quando la Conferenza episcopale italiana diede vita alla prima messa in onda delle due emittenti. Oggi Tv2000, nella fascia della mattina, è la 9° rete nazionale

leggi...
Ricordato oggi a Palermo, Siracusa e Corleone. Tuttoilmondo: “È la nostra storia”

Mario Francese, un modello da seguire

Andrea Tuttoilmondo e Giulio Francese

Andrea Tuttoilmondo e Giulio Francese sul luogo dell’assassinio di Mario Francese

PALERMO – La sera del 26 gennaio 1979, in viale Campania a Palermo, la mafia uccideva a colpi di pistola il cronista del Giornale di Sicilia Mario Francese. Oggi è stato ricordato, su iniziativa dell’Unci, davanti al cippo che

leggi...
Fiaccolate silenziose in 110 città italiane a due anni dall’omicidio del ricercatore

Piazze in giallo per Giulio Regeni: “Verità!”

In tantissimi sono scesi in piazza in tutta Italia per chiedere la verità sull’omicidio di Giulio Regeni

ROMA – Centinaia di persone sono scese in piazza a Roma, a Montecitorio, a due anni dall’omicidio di Giulio Regeni, il ricercatore di Fiumicello scomparso al Cairo, in Egitto, il 25 gennaio 2016 e ritrovato cadavere il 3 febbraio

leggi...
Scritti da due giornalisti, Anna Lavatelli e Giovanni Tesio: li propone Interlinea

Due libri per non dimenticare l’olocausto

Anna Lavatelli

Anna Lavatelli

NOVARA – Con la ricorrenza degli 80 anni dalla promulgazione delle leggi fasciste sulla razza (11 novembre 1938), alla vigilia del “Giorno della memoria” (27 gennaio) che commemora le vittime dell’Olocausto, e in coincidenza con la nomina a senatore a vita di una sopravvissuta dei campi di concentramento nazisti, Liliana Segre, l’editrice novarese Interlinea propone due libri che si inseriscono nel filone “per non dimenticare”.
“Il violino di Auschwitz” è dedicato ai più piccoli. Anna Lavatelli, pubblicista, vincitrice del “Premio Andersen” firma il testo, mentre Cinzia Ghigliano, con mano delicata nata nella rivista “Linus”, ne illustra i contenuti. Ottantotto pagine, 8 euro.

leggi...
Nel nuovo Almanacco le proteste studentesche e femministe e il terremoto del Belice

Il 1968 raccontato dagli scienziati del Cnr

Un’immagine degli sfollati del terribile terremoto che colpì la Valle del Belice, in Sicilia, nel gennaio 1968

Un’immagine degli sfollati del terribile terremoto che colpì la Valle del Belice, in Sicilia, nel gennaio 1968

ROMA – Nel Focus del web magazine dell’Ufficio Stampa del Cnr, l’Almanacco della Scienza,  si parla, con l’aiuto dei ricercatori, di alcuni degli eventi che hanno caratterizzato l’anno di cui si celebra il cinquantennale, il 1968.

leggi...
design   emme21